lunedì 28 dicembre 2009

Chuck 104 - Il Dr. Chuck e le donne #5

Ero a una festa e stavo parlando con una ragazza che mi faceva molto sangue, cosi' per usare un eufemismo.

Ero li', agile e tranquillo, che ci provavo senza nemmeno troppa convinzione (era veramente figa), quando lei se ne esce dicendo:"Sai per una ragazza è un bel problema trovare un uomo disponibile per una cosa da una notte". Preso totalmente in contropiede riesco solo ad abbozzare un:"In che senso, scusa?".
Lei spiega:"Si, capisci, tutti poi ti richiamano e ti perseguitano, quando magari tu volevi solo una cosa senza impegno, solo per divertimento".

Capite che a quel punto il mio cervello si era acceso tutto di lucine lampeggianti come un albero di natale, suonavano insistenti sirene d'allarme, e si erano riversati litri di ormoni nel mio flusso sanguigno.
Cerco di non dare a vedere l'emozione, mi asciugo il rivoletto di saliva all'angolo della bocca, e proseguo solidale:"E si, credo di capire cosa intendi, è un bel problema. Ma credo dipenda dall'uomo in questione" butto li' distrattamente "Magari non hai mai incontrato quello giusto".

Poi il discorso cade e continuiamo a chiacchierare d'altro per un po'. Ma intanto ovviamente sul registratore nella mia testa si preme continuamente REV e PLAY, "... un uomo disponibile per una cosa da una notte...un uomo disponibile per una cosa da una notte...un uomo disponibile per una cosa da una notte".

Quando il discorso arriva alla fine, e c'è uno di quei momenti di pausa, decido che è il momento di provarci. Ovviamente con l'eleganza e la classe che mi caratterizza.

"A proposito di quello che dicevi prima..."
"Si?"
"Sai, quella cosa che è difficile trovare un uomo per una cosa da una notte..."
(Sorride, "E' fatta" penso)
"...ma io sarei anche abbastanza aperto all'idea. Insomma, per il dopo serata non avrei programmi. Diciamo che sarei felice di risolvere il tuo problema"
"Ah ah ah, a si?"
"Si, si, anzi, a dire la verità NON MI SPIEGO COME FACCIO AD AVERE ANCORA  ADDOSSO I PANTALONI!" 

mercoledì 23 dicembre 2009

Chuck 103 - Reality based posts

Il problema di scrivere sul blog riguardo cose divertenti che mi sono successe, è che quando non mi succedono cose divertenti non ho nulla di cui scrivere.

O meglio: di cose divertenti me ne sarebbero anche successe, ma sono quel genere di cose divertenti che fan ridere un casino sul momento, ma quando uno poi si prova a raccontarle a chi non c'era non fanno più ridere un cazzo.

Tipo quella della papaia nel reggiseno, quella del cordino verde sotto il naso o quella della vecchia ubriaca. Mica posso raccontarle. Ma fan ridere un sacco, davvero.

sabato 5 dicembre 2009

Chuck 101 - Io ce l'ho profumato

Stamattina mi sono svegliato con un orribile mal di testa da doposbronza. Ho saltato pranzo. Sono uscito a fare delle commissioni.

Siccome ho dimenticato a casa in Italia lo spazzolino, sono andato in farmacia per comprarne un altro, possibilmente uguale.

C'era una giovane e bella farmacista, che mi ha sorriso e mi ha chiesto cosa desidera?
Io le sorrido e le dico che cercavo quel particolare spazzolino. E lei sempre sorridendo dice che ce l'ha e me lo porge. Poi sparisce nel retrobottega.

Ritorna con una scatoletta e mi fa: "Questo glielo do' in omaggio, lo provi".
Sempre sorridendo, eh.

Guardo cosa mi aveva dato e vedo che si tratta di un collutorio specifico per i problemi di alitosi. C'é proprio scritto sulla bottiglietta "Specifico per i problemi di alitosi".

Capite che ora ho il dubbio di aver avuto un alito così orrendo da spingerla al gesto.

In effetti quando sono uscito dalla farmacia, non ricordavo più se fosse stata bionda anche quando sono entrato.

martedì 24 novembre 2009

Chuck 100 - Profondo rosso



I film dell'orrore col passare degli anni smettono di far paura per via della storia o degli effetti speciali, perchè le nuove generazioni sono ormai troppo smaliziate.
Però iniziano a far paura per via del taglio di capelli degli attori.

sabato 14 novembre 2009

Chuck 99 - Il Dr. Chuck e le donne #4

Mi sto vedendo con questa ragazza ucraina che ho conosciuto in discoteca.

Che si sa che quando conosci una in discoteca poi, a ciucca passata, hai le sorprese.

Voglio dire, io ero abbastanza in bolla quella sera al CU-club. C'era la Russian Night. Pieno di russe, ucraine, eccetera. Lei era lì in disparte, sembrava annoiata. Io mi avvicino e le faccio "Allora? Cosa c'è che non va?" e una cosa tira l'altra, e abbiamo ballato e c'è stato un momento in cui ci stavamo per baciare. Sai quando ti guardi e capisci -ok limoniamo- e ti avvicini ma poi all'ultimo lei si tira indietro. Già lì uno dovrebbe capire che c'è qualcosa che non va. Ma andiamo pure avanti. Le chiedo il numero e tutto fila liscio, me lo dà.

Un paio di giorni dopo la chiamo e si combina di uscire, e non è mica andata male. La storia del sushi, della lavastoviglie, ve l'ho già raccontata. Non vi ho detto però come era vestita.
Mado, aveste visto. Non riesco a spiegare. Dico solo che un vestito così se lo compri non sei mica a posto. Senza esser cattivi. Ma ziofa. Comunque, andiamo pure avanti.

La volta dopo mi invita lei a una cena con dei suoi amici, e io all'inizio titubo (che l'ultima volta che ho accettato un invito al buio con sconosciuti è finita malissimo), poi accetto.
Ero lì che l'aspettavo al luogo dell'appuntamento, un po' preoccupato. Pensavo "chissà come si presenta conciata stavolta". Che sarò anche bastardo io, ma avreste dovuto vedere la scorsa volta che vestito!
Ed ecco che arriva. E già da lontano qualcosa sembra strano. Poi si avvicina e capisco.

Ha la PELLICCIA.

Ma devi uscire con un vegetariano e ti metti la PELLICCIA?!?!? Ma cosa c'hai nella testa???

No, seriamente, aveva la PELLICCIA! Ma cosa le vuoi dire a una che si mette la PELLICCIA quando esce con un vegetariano? Che ovviamente la sua testa funziona in un modo diverso dal tuo.

Ho provato delicatamente a farle notare l'incongruenza. Siccome piovigginava le ho detto:"Tra un po' comincerai a puzzare di cane bagnato". Ma lei ha pensato fossi simpatico e non ha colto il messaggio tra le righe.
Ho rincarato "Mia zia ha la pelliccia. Cosa ci fai tu con la pelliccia???". Nulla. "Tiene caldo" fa lei.

Bon, dentro di me ho capito che non potrà mai esserci nulla tra noi. Capite: troppo diversi. Diversi valori, diverse sensibilità. Non si combacia. Punto.

La devo troppo mollare.

...

Prima la ciulo, però.

giovedì 12 novembre 2009

Chuck 98 - Meno male che non ho la tv

Stasera ho provato a vedere un po' di Colorado Café su youtube.

...

Mi sono sentito come il protagonista di Idiocracy, quando va al cinema a vedere "Ass".


giovedì 5 novembre 2009

Chuck 97 - L'unica volta in cui ho assistito ad un miracolo

In questi giorni impazza la polemica sul crocifisso nelle aule. Mi sembra inutile scrivere qui come la penso io al riguardo. Ma questa storia mi ha fatto tornare in mente l'unico evento miracoloso a cui ho assistito nella mia vita.
Ve lo racconto, ma siccome potrei offendere le anime pie (e non sia mai che io voglia offendere le anime pie!), il resto del post è al di là del salto per leggere il resto del post, cliccate sul titolo.


domenica 1 novembre 2009

Chuck 96 - Il Dr. Chuck e le donne #3

Ero al giapponese con una tipa, a mangiare il sushi. Siccome era il primo appuntamento, facevo il brillante.
Aveva appena finito di bere il suo tè verde e sul fondo della tazza era rimasto un po' di liquido e tutto il fondo di foglioline sminuzzate.

Io le prendo la tazza e le faccio:"Sai che so leggere il futuro nei fondi di tè?"

E lei (affascinata):"Ma dai?"

"Si, si, giuro. Aspetta..."

(Studio la posizione delle foglioline sul fondo della tazza, in silenzio, per un momento)

"Nel futuro c'è..."

(Mi concentro)

"...una lavastoviglie, probabilmente."

sabato 31 ottobre 2009

Biiibaaa 134

Quando lavoravo in ospedale, nel reparto di immunoematologia e trasfusionale e staminchia eccetera a un certo punto il tg aveva detto che Nino Manfredi aveva molto bisogno di sangue gruppo... boh, ora non ricordo, diciamo AB, e c'era stato un semiappello ai donatori affinchè si attivassero per salvarlo.
Il pomeriggio stesso sono arrivate le prime telefonate.
"Salve, volevo donare il sangue x Nino Manfredi"
"Beh non può donare il sangue a Nino Manfredi qui a Cuneo, quell'appello era rivolto alla popolazione di Roma, e comunque era fatto molto male e non aveva nemmeno tanto senso. Comunque il suo sangue può essere prezioso per tante altre persone, venga che l'aspettiamo volentieri"
"Ah no, io volevo darlo a Nino Manfredi, allora niente, arrivederci"



"Buongiorno, senta se io vengo a donare il sangue domani mattina ho la certezza che il mio sangue vada a Nino Manfredi?"
"Signora ha la certezza che non ci andrà mai, qui siamo a Cuneo, per lui sono i donatori di Roma a dare il sangue, venga lo stesso però"
"Ah no allora niente"

"Buongiorno, dove devo andare per dare il sangue a Nino Manfredi?"
"In culo signora, deve andare in culo, e mi raccomando, porti tanto caffè, perchè se si mette due o tre pacchetti di Lavazza in culo vedrà che più lo spinge giù e più lui viene su"

Ahah comunque Nino Mandredi è poi morto poco tempo dopo e io non ho mai smesso di visualizzare questo treno carico di sangue che da ogni parte d'Italia arrivava per portare 20mila ettolitri di sangue AB a Nino Manfredi, con la pretesa di ogni donatore di avere almeno una goccia della propria donazione nelle vene del grande Nino.
Forse è morto perchè è esploso

sabato 24 ottobre 2009

Biiibaaa 132

Bastardi, hanno diffuso nel parcheggio del supermarket un fortissimo odore di orzata, e io, pur non amando l'orzata più di tanto, quando ho sentito quell'odore ho capito che qualcosa nel mio sistema limbico stava andando in frantumi, e non solo ho dovuto comprarla, sed etiam correre a casa a berla subito

lunedì 19 ottobre 2009

Biiibaaa 131

Quando ero prof ho dato una mano a tutte le classi a fare le tesine x la matura, recuperando materiale o dando dritte qua e là a vario titolo e senza reali competenze. Una ragazza molto cara aveva scelto come argomento l'aborto, e allora le ho detto che le avrei poi portato una vhs con un'intervista a un professore molto famoso, in cui si parlava a fondo dell'aborto. Lei è stata incredibilmente felice, perchè fino a quel momento aveva trovato pochissima roba.
In realtà su quella vhs io ho messo il video "Gomito a gomito con l'aborto" di Elio e le Storie Tese. Gliel'ho dato l'ultimo giorno di scuola, entrando in un'altra classe e dicendo "Scusate, lascio solo una cassetta all'alunna Chiapello".
Lei è andata a casa e quando il video è partito, con la faccia di Elio in primo piano che dice "Gli ombrelloni ripiegati e le sdraie" non ha davvero capito. Mi ha poi detto mesi dopo che l'ha guardato seria fino in fondo, pensando fosse solo una sigla molto strana, e solo quando il video è finito ed è partito il nero del nastro vergine ha realizzato com'ero piciu.

sabato 17 ottobre 2009

Chuck 95 - Nell'altra sala la musica è migliore e scommetto che c'è pure più figa

Ieri sera ero con i miei amici in questo discopub, il Paddy O'Reilly. Se venite su a trovarmi vi ci porto perchè se non ci si è mai stati è difficile capire che genere di posto sia. Non ci provo nemmeno a descriverlo qui. Racconto solo a cosa ho assistito ieri sera, lì sotto.

Da una parte, c'è una parete intera di specchi. Un trucchetto per far sembrare la piccola sala interrata più grande di quello che è. Ieri sera io e i miei amici eravamo proprio da quel lato della stanza con gli specchi. Pienissimo di gente, quasi tutti ubriachi.

A un certo punto arriva questo tizio, si fa largo nella ressa, diretto verso il muro di specchi. Voleva andare nell'altra sala, quella al di là dello specchio. Solo che di fronte a lui c'era questo tizio, uguale uguale a lui, con gli stessi vestiti, stessa corporatura, che gli impediva di passare. L'ho guardato mentre per cinque minuti buoni ha cercato di aggirarlo, chiedendo "permesso, permesso". Faceva un passetto a sinistra, e il tizio faceva un passetto a sinistra. Allora provava a destra, e l'altro pure lui a destra. Nessun verso di passare. Alla fine si è stancato, ha girato sui tacchi e se ne è andato.

Non credevo ai miei occhi.

Comunque, dopo di lui, quella stessa sera, altri due geni hanno provato ad andare nell'altra sala.

mercoledì 14 ottobre 2009

Biiibaaa 130

M'è tornata un po' la voglia di giocare a scacchi. Una volta mi son iscritto a un club dove ero molto sega e tutti erano più forti di me e l'unica sera in cui ho vinto una partita il mio avversario ha rovesciato i pezzi per terra dicendo Porca Troia ahahah

martedì 13 ottobre 2009

Biiibaaa 129

Ahah non ho + scritto perchè ho molto lavorato, e poi ho scritto cose su misteriosi quadernetti che al momento affollano i miei comodini. Ho fatto anche delle disequazioni in certi momenti.

Attualmente sto bene, e sono affascinatissimo da Margherita Hack. L'altro ieri l'ho vista in una trasmissione idiota, e sono subito tornato indietro coi canali x capire se fosse veramente lei e come fosse finita in una trasmissione con Massimo Giletti Massimo Esponente della Idiozia Imperante e Presentante Programmi, Secondo Solo, Forse, a Carlo Conti.
Appurato che era veramente lì, incastrata chissà come in una polemica sulle profezie di un presunto mago, che aveva scritto su un foglietto, poi risposto in un baule, un annuncio riguardante la disgrazia in Sicilia - vedendo, dicevo, che la sua autorevolissima presenza era stata scomodata x una cosa così cretina, mi sono fermato incuriosito. E mado com'era infinitamente superiore a quella massa di beoni.

Giletti: "Cosa ne pensi di questa profezia, Lamberto?"
Sposini: "Mi sembra molto vaga, dire che una disgrazia avrebbe colpito tre isole con la S, può significare Sicilia-Sumatra-Samoa eccetera ma chissà quante altre"
Giletti: "Signora Hack, lei cosa ne pensa?"
Hack: "In una zona sismica 'ome lo stretto di Messina nun c'è bisogno d'esser maghi per capire 'he qualcosa la doveva accadere prima oppoi"

(Pausa in cui Giletti tenta di risollevare la polemica dando credito al mago altrimenti la sua trasmissione perde sapore)

Donna del pubblico: "Ma lei che è un mago, perchè non ha avvisato le forze dell'ordine di quello che stava x accadere, visto che ha questi poteri??"
Giletti: "Beh, probabilmente non ci avrebbero creduto...che ne pensi, Lamberto?"
Sposini: "Secondo me un baule come quello in cui si è conservata la profezia può essere manomesso in molti modi"
Giletti: "Lei che ne dice, signora Hack?"
Hack: "Ma non è questione di profezie, qua è questione di 'ase 'ostruite in zone sismi'e senza le adeguate pre'auzioni"

(pausa in cui Giletti risolleva la polemica, eccetera)

ahahah mado che pensiero concreto e lucido che ha, ci sono state un paio di occasioni in cui mi son detto "Mh, qua la tirano dentro a parlare di cazzate", e poi lei ha dato risposte che han di nuovo rimesso tutto su binari un po' più sensati.

Poi naturalmente ho dovuto spegnere, x cui può anche essere che mi sia perso la scena in cui le han fatto dare il giro e lei ha dato del figlio di 'agna a tutti. E' anche vecchia eh diosanto

Chuck 94 - L'umorismo trionfa in ascensore (e la carriera ne risente)

Gli ascensori dell'edificio dove lavoro servono da bacheca per gli annunci. Ci sono sempre i volantini dei prossimi seminari in programma, inviti vari, le 10 cose da fare in caso di pandemia, ecc...

Ogni tanto quelli del supporto informatico mettono su dei volantini che invitano a prestare attenzione alla sicurezza informatica. E siccome quelli del supporto informatico sono dei nerd per definizione, i loro volantini sono sempre segnati da dubbio umorismo. Uno famoso, ormai passato alla storia, consisteva in una foto di un giovane Schwarzenegger seminudo, in posa plastica da culturista, e in uno slogan che diceva "Use STRONG passwords". Tanto per dare l'idea del livello.

In questi giorni ne hanno messo su un altro. Mostra svariati tipi di biancheria intima maschile sullo sfondo e la scritta recita "Trattare le password come la biancheria: Mai mostrarle agli sconosciuti, cambiarle spesso e non imprestarle ad amici e conoscenti!"
Che a pensarci non è malaccio come volantino.

Questo era l'antefatto. Ora arriva l'umorismo.

Oggi, tornando da pranzo, c'eravamo quattro del mio gruppo e io nell'ascensore con due segretarie. Le segretarie sono entrambe anzianotte e stagionate, parecchio in carne e molto svizzere. Ad un certo punto della salita, in quell'angusto spazio, una, la piu' cicciottella, fa per fare una battuta.
Riferendosi al fatto che il volantino delle password era già appeso da un bel po', dice:"E' già ora che tolgo la biancheria!".
E io:"Magari è meglio se aspetta che noi usciamo dall'ascensore..."

Segue un secondo di silenzio. Poi tutti scoppiano a ridere. Tutti tranne lei.

Credo che adesso mi odi.

mercoledì 30 settembre 2009

Chuck 92 - Problemi con la giustizia

Stamattina sono uscito di casa, come al solito, in bicicletta.
Fatti pochi metri, ho incrociato una macchina della polizia. Con la coda dell'occhio vedo che, dopo avermi superato, la volante rallenta e fa inversione ad U.

Ho subito pensato che ce l'avessero con me. Ma non l'ho dato a vedere e ho proseguito normalmente.

Il mio solito tragitto mi ha portato a quel punto a svoltare contromano in un senso unico, dove non potevo essere seguito. Ho pensato di averli seminati.

Ho svoltato nella via successiva, dove dopo un po' sbuca la strada parallela al senso unico da me imboccato prima, che è senso unico nell'altro senso. "Se davvero mi stanno seguendo" ho pensato "ora li vedo spuntare da li'...".

Ed infatti.

La macchina della polizia sbuca da dietro l'angolo davanti a me e due poliziotti, maschio e femmina, scendono e mi si parano davanti. Il poliziotto mi fa segno di fermarmi.

Mi si rivolge in incomprensibile tedesco e io gli faccio "Sorry, I don't speak German".

Lui mi guarda e fa, ironico "Ah! Don't speak German, eh?".

"Show me your ID card!" (Mi mostri la cartà d'identità!)

"Ok" e inizio a ravanare nel portafogli. Tiro fuori la carta d'identità e il permesso di soggiorno e glieli porgo.

Guardo la poliziotta sorridendo e lei mi guarda come guarderebbe un insetto. Sticazzi. Torno con lo sguardo sul poliziotto che intanto sta esaminando i miei documenti con visibile disappunto.

"No, no, no" fa scuotendo la testa. Mi guarda e mi dice ti togliere gli occhiali da sole, poi mi confronta con le foto sui documenti.
"No, no, no" fa alla collega.

Mi ridà i documenti e io gli chiedo sorridendo "What's the problem?" (Qual è il problema?).

Lui mi risponde "We were looking for someone that looks like you" (Stiamo cercando qualcuno che le somiglia). E se ne tornano alla macchina, delusi.

Lo sapevo che stamattina non dovevo tagliarmi il pizzo.

lunedì 28 settembre 2009

Chuck 91 - Incontri sul ponte

Stamattina stavo andando a lavorare in bici e come sempre passo su un ponte. Nella direzione opposta ho visto arrivare da lontano un altro tizio in bici che aveva qualcosa di strano.
Mentre si avvicinava ho realizzato il motivo della stranezza: portava un paio di quegli occhiali neri con il naso e i baffi attaccati che ti fanno sembrare Groucho Marx.

Sono rimasto genuinamente basito. Mentre procedevo nella sua direzione e guardavo meglio, mi chiedevo chissà cosa gli gira in testa a uno che di lunedi' mattina va in giro in bici con gli occhiali il naso e i baffi di Groucho Marx. Che robe che si vedono a volte.

Intanto che ci avvicinavamo pensavo che magari era una scommessa e qualche suo amico lo aveva sfidato a girare tutto il giorno con gli occhiali il naso i baffi di Groucho Marx, vai a sapere le scommesse che fa la gente.

Quando finalmente ci siamo incrociati, da vicino, mi sono reso conto che non era mascherato: quella era proprio la sua faccia. I suoi occhiali, il suo naso e i suoi baffi.

Ah, cosi' si spiega tutto.

giovedì 24 settembre 2009

Chuck 90 - L'amicizia è un wall-to-wall di facebook pieno di parolacce

Saramnesia non scrive più nulla da queste parti da un bel po'. Quando l'ho vista l'ultima volta le ho chiesto il perchè. Mi ha risposto che dopo la polemica scatenatasi l'ultima volta che ha scritto un post, ritiene che la sua prosa non sia adatta al grande pubblico, e che perciò, le rincresce, ma si autocensura.

Ho dato un'occhiata su Facebook allo scambio di lettere intercorso negli ultimi mesi tra lei e Biiibaaa e mi sento di capirla.

5 Feb
Suka

27 Feb
Suka

25 Apr
Ah, il maestro è anche un esperto di intolleranze alimentari. La frase: te che sei allergica al glutine, non ti preoccupare, il cazzo lo puoi prendere perchè non ha farina. Rimarrà nella storia ahahahahahahah

22 Giu
Ssssssssuka

18 Lug
Vai a spararti in culo và ahahah

25 Lug
Facciadicazzo, se sai qls di ore di concerti e cene mi fai sapere?

22 Ago
Ecco ecco che dovete ben sucare tutti e tre perchè c'è ben scritto che è uno stracazzo di PEDAGOGISTA!!! E telefonate pure a Giulia si si si si

7 Set
Pipilengu!! Due volte piciu e una balengu

14 Set
"Cagati in mano e datti due schiaffi" Buon inizio settimana ahahaha

martedì 22 settembre 2009

Solìs_"io i colpi di soli ce li ho naturali"

Devo dir grazie a questo mio virus indebellabile e all’Inps per aver permesso di riscoprire l’importanza di certi programmi TIVI , fonte di consigli di esistenza. Francamente non so come ho fatto fino ad oggi a capirci qualcosa nei rapporti interpersonali senza nemmeno veder una volta alla settimana Uomini e Donne. Oggi, per esempio, vi era un interessante dibattito sull’uomo che si fa le sopracciglia a “ala di gabbiano”, che si depila o che si fa le meches. E voi penserete: “cose normali” dibattiti di estetica all’ordine del giorno. E invece no! Durante queste trasmissioni si parte da discorsi effimeri per portar a galla questioni morali mica da poco. E così, dopo attacchi continui alla virilità di questi poveri ragazzi, seduti sullo sgabello con questi jeans che sembra debbano esplodere da un momento all’altro dal cavallo per i troppi calzini inseriti, ecco che uno si ribella. Lui non ci sta. Lui non è certo lì per mandarsela a dire. E quindi controbatte con impeto alla corteggiatrice furbetta: ”Senti bella io i colpi di sole ce l’ ho naturali, me vengono al mare perché io ci passo tutta l’estate e c è il barbiere proprio li vicino alla spiaggia che me li fà, però se vedi che macchina e che casa che c’ho vuoi vedè che me la trovi subito la virilità?”.
Alchè ho pensato che madò, che culo che c’ho a aver nà macchina già mia che me piace. Che me sto pagando con i miei sordi..E in ogni caso: meglio la corriera!

domenica 20 settembre 2009

mercoledì 16 settembre 2009

Chuck 88 - L'uovo al pomodoro (Le ricette di Chuck 4)

Quando ero piccolo d'estate mia mamma mi faceva l'uovo al pomodoro.

Basta far andare in padella dei pomodori freschi con basilico e cipolla come per fare il sugo, e poi si rompono dentro due uova e si sbatte il tutto. Viene fuori una specie di salsa dal caratteristico colore arancione-rosaceo (il bianco dell'uovo più il rosso-giallo del pomodoro) da far venire l'acquolina in bocca. Si mangia esclusivamente facendo scarpetta col pane (serve tantissimo pane, perciò).
Da piccolo, quando mia mamma faceva questo, era una specie di festa, vai a sapere il perchè.
Sarà stata la combinazione dei vari fattori: l'estate, il fare scarpetta, il mangiare in terrazza, il fatto che fossi un bambino e quando sei bambino qualsiasi puttanata sembra chissà che cosa.
Ma anche il nome aveva il suo ruolo. "Uovo al pomodoro" mi è sempre suonato bene. Anche ora che lo dico, "uovo al pomodoro", mi suona proprio bene.

Sono tornato a casa un paio di settimane fa e mia mamma una sera ha fatto l'uovo al pomodoro, usando due pomodori dell'orto di mio papà. Sugosi, profumatissimi, enormi. Uno spettacolo.
E sarà stato per via dell'estate, il fare scarpetta, il mangiare in terrazza, il fatto che fossi tornato a casa e quando torni a casa qualsiasi puttanata sembra chissà che cosa, ma a me è piaciuto da impazzire.

Stasera mi è girato di provare a farlo qui. Ho comprato i pomodori svizzeri, le uova svizzere, il basilico svizzero, il pane svizzero. Ho fatto tutto come si deve.
Alla fine non era mica tanto buono. Non sapeva di niente.

giovedì 10 settembre 2009

Chuck 87 - Umiltà

Ogni volta che sono tentato di credere che quello che vedo, sento, penso, in qualsivoglia modo percepisco possa essere vero, cerco sempre di ricordarmi di questo:

lunedì 7 settembre 2009

Chuck 86 - Imitazioni

Gigi Sabani è stato sfortunato. E' morto il giorno prima di Pavarotti. Al telegiornale non hanno fatto in tempo a dare la notizia della sua dipartita che è arrivata la notizia della morte di Pavarotti e lui non l'ha piu' cagato nessuno.
Io mi ricordo che avevo sentito al telegiornale che Gigi Sabani era morto e poi, non ricordo piu' cosa avevo da fare, ma non avevo piu' sentito le altre notizie.
E cosi' il giorno dopo, quando tutti i canali trasmettevano i funerali di stato del famosissimo tenore, io accendo la televisione e penso: "Ma guarda un po', Gigi Sabani per tutta la carriera ha sempre fatto imitazioni del cazzo e adesso che è morto invece è riuscito a essere proprio uguale uguale a Pavarotti!"

giovedì 27 agosto 2009

Biiibaaa 128

Ora che qualcuno ha vinto il superenalotto ultramilionario quante probabilità ci sono che escano di nuovo gli stessi 6 numeri? Voi li giochereste? Perchè potrebbero benissimo uscire di nuovo gli stessi 6 numeri che hanno vinto, le probabilità sono tali e quali a qualunque altra sestina.
Ecco, questo secondo me è un bel modo x farsi un'idea di quante probabilità ci sono di azzeccare il 6 ahah
E ora scusate ma devo andare xchè stanno x fare le estrazioni

mercoledì 26 agosto 2009

Chuck 85 - Biiibaaa è diventato famosissimo in Svizzera

Il mio collega Roman ieri mi ha chiesto: "Com'è già che si chiama quel tuo amico che era qui la scorsa settimana? David Guetta?"

martedì 25 agosto 2009

Biiibaaa 127

I miracoli di Gesù passati alla storia sono assai pochi, se raffrontati a quelli che Non sono passati alla storia. Eppure il mondo è ormai sufficientemente adulto per accettare, capire, apprezzare l'immenso amore che Egli ha mostrato a tutti i suoi discepoli allorchè è apparso in ogni convento effettuando la moltiplicazione dei peni e in ogni monastero realizzando la moltiplicazione dei seni. E nulla sarebbero questi prodigi se Egli non ne avesse già compiuti in tenerissima età, regalando la promozione ai suoi compagni di Liceo durante l'esame di maturità con la celebre moltiplicazione dei temi, o salvando la vecchia zia di un amico, affetta da male incurabile, con la moltiplicazione dei reni.
E che dire di quella volta, che all'uscita dalla disco, tutta la sua allegra brigata aveva perso la nozione del tempo e rischiava di non tornare a casa per mancanza di mezzi pubblici, con susseguente terribile punizione genitoriale, ed Esso come un vero deus ex-machina sciolse il dramma grazie alla moltiplicazione dei treni?

Chuck 84 - Dino e la Treccia

Quando Biiibaaa e Lorenzo sono venuti a trovarmi a Basilea, li ho portati a fare colazione nel bar italiano sotto casa.

Perchè a noi italiani piace fare colazione con cappuccino e brioches, lo sappiamo tutti. Qui invece il cappuccino la gente lo beve dopo pranzo, una roba che mi rivolta al solo pensiero.

Il bar sotto casa mia si chiama "Caffè dagli amici", e il proprietario è Dino. I clienti sono esclusivamente italiani. La televisione trasmette canali italiani e il padrone, Dino, è lo stereotipo dell'italiano. Gesticola, fa l'affabile con tutti, credo che suoni anche il mandolino a volte. Ma quello che è piu' importante sapere di Dino (e puo' salvarvi la vita se passate da queste parti) è che lui fa offerte che non si possono rifiutare.

Tipo, io Biiibaaa e Lorenzo una mattina ci siamo seduti al tavolino e Dino dal bancone ci fa:"Ragazzi vi porto tre cappuccini e tre brioches!" Non una richiesta, un'affermazione.
Biiibaaa fa:"A va bene grazie...", e Dino "Le brioches: due alla nutella e una alla marmellata." Punto. Non è che aveva solo piu' quelle, era proprio che lui aveva deciso di darci quelle.
Erano buone eh, mica ha voluto rifilarci gli avanzi o cosa: Dino aveva deciso cosa era meglio per noi.

Una mattina che io ero uscito presto per andare a lavorare, Biiibaaa e Lorenzo sono andati a far colazione da Dino. Da soli.
Dino voleva dare a Lorenzo, invece della brioche, la Treccia. Lorenzo gli ha detto che voleva la brioche. Dino gli ha detto, amichevolmente:"Ascolta me: tu preferisci la Treccia. Fidati".
"No, guarda Dino, grazie ma preferisco davvero la brioche..."
Dino ha fatto una faccia strana.
"Sei sicuro?" gli ha chiesto. "Si, si preferisco la brioche"

Il mattino dopo quando ci siamo svegliati sul tavolo della cucina c'era una brioche con una testa di cavallo mozzata dentro.



lunedì 24 agosto 2009

Biiibaaa 126

Ecco che ho di nuovo il mio pc ma non mi va una presa elettrica sotto il letto e se la scollego mi parte un fusibile della macchina e non vanno + gli stop, boh vai a capire.
Ora sono al lavoro, ho appena congedato tutta la squadra e mi sto sistemando i casini finali. C'è stata una riunione di giovani imprenditori di là e la capa li ha portati in giro x l'azienda mostrando tutto quanto il funzionamento della nostra mostruosa macchina distribuisci-libri. Però ha presentato solo le procedure. Mado io avrei presentato a balle le persone
"Questo è il nostro mitico direktorrr!", "Questo qui è il + minchione di tutti, senza di lui non potremmo cavarcerla!" eccetera. Che roba che le persone sono così diverse una dall'altra.

Da chuck è andato tutto molto bene, io e lorenzo ci siamo divertiti a balle. Abbiamo trovato mille sosia, di Jodie Foster, di Marlon Brando, di cantanti e attori. E chuck regolarmente è andato a dire a questa gente "Ahah hanno detto che somigli a questo o quest'altro" scatenando occhiate di odio nei nostri confronti. E noi allora giù, ancora + sosia! Guarda lì, Dexter!
Dexter è quello che s'è incazzato di +, ma poi dev'essersi documentato perchè il giorno dopo era tutto impettito e ci cercava visibilmente, x farsi pompare un po'. Il terzo giorno che eravamo lì ha iniziato a infrangere apertamente la legge, gettandosi dai ponti sotto gli occhi della polizia e facendo cose che da noi si fanno notte e giorno ma in svizzera sono molto gravi. Credo che a quest'ora purtroppo sia morto durante una delle sue bravate.

Al colmo di una sbornia colossale, durante il party barbecue sul terrazzo dei laboratori , chuck ha spiegato a me e lorenzo tutto il suo lavoro e non ha idea di quale lavorio mi ha scatenato in testa, perchè anche a me piace fare ricerca, sulla matematica, sul modo di renderla simpatica, sul buonumore e sul modo di risollevarlo quando va giù. Mi ha messo davvero voglia di ricominciare i miei studi privatissimi e segretissimi nel mio laboratorio sotterraneo. Grazie chuck e viva la legge del caos x cui le cose accadono quando meno te l'aspetti.

Ho iniziato a leggere harry potter su consiglio di tinozza e al momento mi sembra la cosa + bella del mondo. Quella donna scrive così bene che mi vengono i granet. Giuro che il primo libro non son riuscito a smettere di leggerlo, e volevo sapere cosa stava x accadere, anche se avendo visto il film lo sapevo già! Scrive così bene che volevo saperlo di nuovo! Ora sto leggendo il secondo e ringrazio molto di lavorare in questo posto stracolmo di libri xchè posso già portarmi a casa il terzo ahah.

Ora io e lorenzo vogliamo molto bene a chuck.

ah! La discussione matematica.
State attenti xchè ci sono dei conti da fare.
Il giorno della grande partenza io e lorenzo ci siamo improvvisamente ricordati che in svizzera non si usano gli euro. Ho telefonato d'urgenza alla mia banca e son riuscito a recuperare 600 franchi svizzeri, ossia 400 euro.
Il pomeriggio ho fatto due conti con lorenzo. E questo è ciò che abbiamo deciso: Io, avendo anticipato tutti i 400 euro x la svizzera, avrei sempre pagato una volta arrivati lassù. Lorenzo invece avrebbe pagato sempre in italia, autostrada, pranzi in autogrill, benzina eccetera, fino ad arrivare a spendere 200 euro così da ripagarmi dei 200 che avevo anticipato x lui con la faccenda dei franchi svizzeri.
I franchi svizzeri li abbiamo spesi tutti. E così sulla via del ritorno lui mi ha detto "Ora io ricomincio a pagare autostrada eccetera, se non arrivo a spendere 200 euro ti do il rimanente così andiamo a posto".
M'è venuto un dubbio improvviso.
"Ma siamo sicuri che sto conto abbia senso?"
"Dici di no?"
"Mmmmmm mi sembra una bella cazzata ora che ci rifletto"
"Beh, tu hai speso solo quei 400 euro dei franchi e se io te ne rimborso metà ne spendi 200 no?"
"Sì"
"E se io arrivo a spendere 200 euro siamo pari"
"Mmmmmmm..dunque...mumble...però quei 400 li abbiamo spesi tutti e ora in italia ne stiamo spendendo degli altri, qua qualcuno se la prende poi in culo eh"
Ci abbiamo riflettuto su x mezza val d'aosta, perchè quando il nostro cervello casca in questi inghippi matematici non c'è via d'uscita.
Ne siamo poi venuti a capo verso Chatillon ahahha, quasi in piemonte, quando ci siamo resi conto che il fatto che lui spendesse un sacco di soldi in italia non signicava necessariamente che li stesse restituendo a ME!

Ora torno ai miei libri e al mio lavoro.
Chuck non sa organizzare le escursioni ai castelli, prende dei tram a muzzo in direzioni casuali, promnette foreste e poi invece si cammina un casino sotto il sole eccetera. E' stato molto fortunato cher insieme a lui c'eravamo solo io e lorenzo che siamo molto felici se troviamo un bastoncino x terra e che ridiamo molto in qualunque gita. Così è nato il mito di Rudolph Steiner di cui forse un giorno parleremo

mercoledì 19 agosto 2009

Chuck 83 - Intermezzo (aspettando il post di biiibaaa)

Buonasera,

So che non lo conoscete personalmente, tuttavia io voglia che lo aiutavate dopo lettura della mia posta. Tengo a metterli al corrente che lavoro in una banca qui in Costa d'Avorio come Direttore del Servizio dei Trasferimenti, fuoco Sig.ra. Lany Johnson aveva depositato la somma di $3.500.000 alla nostra banca prima che sia morta e da quando è morta nessuno non è venuto per i reclami di questi fondi. Vorrei dopo lettura della mia posta che la contattavate affinché possa fornirvi le precisazioni complete sul modo in cui i fondi saranno trasferiti nel vostro conto bancario senza alcuno problema.

Per la vostra informazione questa transazione è al 100% senza rischio. Per il vostro aiuto vi darò il 30% di questi fondi.

Grazie e che Dio voi benedica.

Io voi pregati di autorizzare l'espressione delle mie sensazioni più distinte.


Il Sig. Ken Samuel.

giovedì 13 agosto 2009

Chuck 82 - Basilea odia e Biiibaaa arriva in tempo

Ieri Biiibaaa e Lorenzo sono partiti da Cuneo verso le due per venire qui in Svizzera a trovarmi. Il viaggio in macchina in teoria dura 5-6 ore.
Siccome alle dieci non si erano ancora fatti vivi, mando un messaggio per sapere se era tutto ok e dov'erano.
Biiibaaa risponde:

Il navigatore dice che siamo li x le 8e34 di domattina ma non capisco come ragiona. Cmq ci manca una quindicina di km.

Ok, allora aspetto e intanto finisco di pulire casa che non hai idea in che stato che era.

Ma dopo quasi un'ora, ancora non arrivavano, cosi' gli scrivo un altro messaggio:"Ma dove cazzarola siete???".

Son li' che aspetto una risposta, quando mi suona il citofono.

"Si?"
"A ciao sono Biiibaaa, ti rispondo qui perchè tramite sms costa troppo. Noi stiamo arrivando, c'è un po' di traffico, arriviamo in mezz'ora..."
"A ok, va bene, cominciavo a preoccuparmi. A dopo"
"A dopo, ciao"

...

Ahahahah, iniziamo benissimo.

lunedì 10 agosto 2009

mercoledì 5 agosto 2009

Chuck 80 - Pubblica ammissione

Avete presente la storia dei preti pedofili e degli insabbiamenti dei casi relativi perpetrati dalle gerarchie ecclesiastiche negli anni?

Una volta non era mica cosi'. Non si doveva insabbiare nulla. Anzi, ci si poteva fare pure una statua e vantarsi.


(La statua è a Palma de Mallorca, Spagna)

mercoledì 22 luglio 2009

Chuck 79 - Rendersi ridicoli

E' facile rendersi ridicoli e perdere ogni briciolo di dignità che accidentalmente qualcuno sarebbe anche stato disposto ad accordarci.

Basta infilarsi il fondo dei calzoni nelle calze, indossare il casco da bicicletta con annesso il faretto (come uno speleologo, per intenderci), allacciare il sottogola stretto stretto e andare in giro cosi', anche se si è parcheggiata la bici un'ora fa.

Ma mi rendo conto che una foto vale piu' di mille parole. Un giorno o l'altro ne faccio una e ve la mostro.

sabato 18 luglio 2009

Solìs_ quando l'ex si sposa

In ogni film romantico che si rispetti quando l'ex si sposa lei corre all'altare, interrompe la cerimonia, fa un pò di cine poi lui o le corre dietro o la caccia a calci nel sedere dalla chiesa..
Beh oggi si sposa il mio ex e mi son resa conto che molto probabilmente mentre lui stava dicendo "io prendo te..etc etc" io stavo ravanando nelle mutande in saldo di intimissimi nel centro commerciale. Infatti quando ho cabalizzato non le ho nemmeno più provate, non posso misurarmi le mutande giallo canarino mentre lui si sposa, no no no.
Diciamo che un regista non avrebbe trovato materiale per un film da questa storia.

sabato 11 luglio 2009

Biiibaaa 125

Niente, le ragazze son più precise, c'è poco da fare. Sono più organizzate, sono più attente, stanno più concentrate, parlano meno sul lavoro, hanno più memoria, non sbagliano, quello che gli dici di fare lo fanno senza star lì a cercare scorciatoie. Lavorano meglio.
Quest'anno la capa mi ha messo a disposizione una squadra di ragazzine che vanno come treni. Abbiamo preso un maschio solo, capitasse mai qualche lavoro più duro, ma fa casini.

Quando arrivano i libri noi li mettiamo in un magazzino virtuale, dove non risultano ancora giacenti, e mano a mano che li carichiamo sui vari scaffali i libri scompaiono dal magazzino virtuale. Così alla fine è facile vedere se tutto quadra. Metti che ti restano in mano tre libri, e in quel magazzino virtuale ne restano altri tre, ecco, sai che quei tre il fornitore te li ha dati sbagliati. O se non ti resta in mano nulla sai che il fornitore s'è perso tre libri x strada. Insomma, alla fine possiamo fare un controllo.
Ieri ho preso una di queste ragazzine e le ho dato un bancale intero della Loescher, casa editrice fra le più terrifiche e insidiose, non c'era una quantità che superasse le dieci copie, tutti uno-uno-due-uno eccetera. Un lavoro infinito. Le ho detto "Giulia stai solo attenta ogni volta che carichi un libro a quello che succede sul palmare, guarda bene che la quantità sparisca, altrimenti significa che non hai schiacciato bene lo schermo, e il libro lo metti sullo scaffale ma non lo carichi realmente, e io domani divento pazzo a cercarlo scaffale x scaffale. Mi raccomando". Lei s'è messa lì, zitta come una mummia, bip-bip-bip-bip-bip-bip, alla fine sono andato al pc a controllare: Magazzino virtuale, copie rimanenti: 0.
Ahah mado non ha sbagliato un colpo. Migliaia di libri tutti caricati come Dio comanda, che vuoi di più? E' pure bella come il sole, allegra, quando c'è da aspettare i corrieri viene qua, si siede con noi e racconta mille cose. E' una pacchia lavorare con gente così.
Il pomeriggio stesso discorso col maschio. "Stai attento quando carichi, blablabla, guarda bene che la quantità sparisca se no domani divento matto eccetera". Stesso pippone raccomandatorio. Lui s'è messo lì. Bip-bip-ahahahah-bip-bip-ahah-bip-ahchestanchezza-bip-vadounattimoinbagno-bip-bip-madoierichefesta-bip, alla fine sono andato al pc a controllare: Magazzino virtuale, Copie rimanenti: 572.
Ediomadonna, come cazzo fai a farti scappare 572 libri??


Stamattina mi son battuto tutto il magazzino scaffale x scaffale, col palmare in mano, a guardare se vedevo qualcuno di quei titoli, e ogni tanto pensavo "Eccolo qua, questo secondo me l'ha saltato, quello là dietro facile che non l'ha considerato, questo potrebbe non averlo visto". Ora ne restano ancora due vacanti, che cancellerò dalla fattura perchè non posso andare dal fornitore a dargli del ladro se ho il dubbio fortissimo che i libri siano qua e saltino poi fuori quest'autunno col disgelo scolastico.
Niente, le donne lavorano meglio, l'anno prossimo voglio solo delle fighe della madonna.

giovedì 9 luglio 2009

Chuck 77 - A certe cose è meglio pensarci prima



Quando pedalo sulla cyclette in palestra guardo sempre Pimp My Ride sulla MTV tedesca.

E tutte le volte penso a questi con macchine che più del cazzo non ce n'è, che avranno 30 anni per ruota, e fanno schifo ai cani.
Arriva Xzibitz, suona il campanello -scene di giubilo-, prende le chiavi e guida la merda fino al garage del team di meccanici/artisti.
E quelli via a sventrare il catorcio di turno e a montargli sopra ogni sorta di eccesso: LCD da 1000 pollici, frigo bar, letti a tre piazze, antenne satellitari, vasche idromassaggio, tavoli da biliardo, piscine olimpioniche, letti ad acqua, casse da 800mila watt, WC ecologici, elefanti impagliati, e via dicendo.
Che neanche sullo yacht di Briatore.

Quello che inevitabilmente mi chiedo tutte le volte è: ma poi dove cazzo la parcheggiano la macchina pimpata così?
No perchè io mi immagino uno che abita alla periferia-ghetto di Los Angeles e la sera lascia nel vialetto di casa una macchina che avrà si e no sopra 500mila dollari di elettronica e arredamento. E mica puoi metterla più in garage dopo che sul tetto gli hanno montato un'antenna parabolica del SETI e le portiere adesso si aprono verso l'alto come la DeLorean di Marty McFly. Che poi parcheggiata davanti casa non da mica nell'occhio, no no.
Secondo me già il mattino dopo ne trovano due.

In pratica se Xzibitz ti suona il campanello sai già che dopo qualche giorno dovrai comprarti un altro catorcio ancora più marcio di quello che gli stai per affidare.
Ma vaffanculo Xzibitz, và.

domenica 5 luglio 2009

Chuck 75 - Consigli

Ieri abbiamo giocato a beach volley e la morosa russa di un mio amico si è messa in bikini. Attratto dai suoi notevoli addominali scolpiti, ho notato che aveva tre o quattro cicatrici orizzontali piu' o meno all'altezza dell'ombelico.

Un po' piu' tardi le ho chiesto cos'erano, come se le era fatte. Lei mi ha detto che si era bruciata mentre stirava.

"Magari la prossima volta che stiri, i vestiti non indossarli" le ho consigliato.

sabato 4 luglio 2009

Biiibaaa 124

Mado ma l'altra sera son andato a trovare un nostro cliente che ha appena divorziato ed è distrutto. Abbiamo mangiato una pizza e poi abbiamo girato un po' x saluzzo facendo gli sciocchi. Alla fine ci siam trovati dalle parti della sua nuova casa, così mi ha fatto vedere come l'ha arredata. E miiinchia! Tutto subito l'ho trovata splendida, pulitissima, arredata a meraviglia, completa in ogni particolare, e stra in ordine. Ma poi una volta uscito mi son reso conto che quella era una casa veramente da coppia. Aveva il letto in ordine, immacolato, con un cuscino a cuore al centro. Aveva i mobili con mille oggettini sopra allineati, foto, boccette eccetera, aveva la cucina coi centrini sui davanzali e fiori sopra i tavolinetti. Cioè, nel momento in cui me ne sono andato e lui si è trovato solo in quella casa lo credo bene che gli sarà venuto su un groppo in gola pazzesco. Mado chiaro che la famiglia ti manca in una casa così.
Ora se le cose per lui non cambiano o si sistemano, e comunque per un po' di tempo almeno sarà un single. Una casa da single non dev'essere bella, dev'essere pratica. Cazzo te ne frega se hai la playstation in mezzo al corridoio? Tanto mica ingombri il passaggio a un'altra persona, e mica devi avere quel rispetto minimo che richiede una qualunque convivenza? Sei da solo, fai un po' di merda diosanto.
Nella metà del letto che non occupa più tua moglie non puoi avere le coperte a posto, altrimenti non ti leverai dalla testa un secondo che lei non c'è. Boh, mi ha messo una tristezza anche a me che all'improvviso ho deciso di rendere ancora + assurda casa mia, se già non lo fosse a sufficienza. Io nell'altra metà del letto ho una pila di libri, oppure la chitarra, ma non mi basta più. Vado a comprarmi innanzitutto un asse enorme e lo piazzo ben bene in mezzo al cazzo in tinello, così inizio a farci sopra un puzzle gigante. E in camera da letto attacco della roba, non so cosa, ma tipo una lavagna con tutti i film che devo scaricare da emule.
Ho capito che la mia casa non ha ancora abbastanza personalità.
Ora ci rifletto.

mercoledì 1 luglio 2009

Chuck 74 - Esperienze segnanti

Oggi sono sceso al piano di sotto, in un altro laboratorio, per parlare con una collega.
Nel loro laboratorio hanno sempre la radio accesa e così, mentre discutevo con la mia collega di importantissime cose di scienza che voi non potete capire e che comunque non vi interessano, c'era musica.
Mentre lei mi spiegava certe cose, con la coda dell'orecchio io sentivo questa suonata al pianoforte che mi sembrava familiare.
Io rispondevo a tono, come sempre cercando di sembrare più furbo e competente di quanto in realtà sono, ma continuavo ad ascoltare questo pianoforte. Familiare, familiarissimo.
"Ma dove l'ho già sentita questa musica?" pensavo tra me e me.
La mia collega mi faceva vedere i suoi dati sul quaderno di laboratorio quando -FLASH!- ho capito che musica era!
"2 GIRLS 1 CUP!!!" sbraito, "E' la colonna sonora di 2 girls 1 cup!!!"
Ed era proprio quella musica lì, eh.
Mi ha guardato strano. Tutti nel suo laboratorio mi hanno guardato strano.

mercoledì 24 giugno 2009

Biiibaaa 123

Sotto a ogni post abbiamo mille commenti anonimi, e alcuni fan veramente ridere, ma alla fin fine chi accidenti siete?

lunedì 22 giugno 2009

Solìs e l' esagerazione di foto.

Ma io mi chiedo perchè ci siam messi tutti a far così tante foto. Uno non può andar tranquillo ad una cena che si trova il giorno dopo la ricostruzione perfetta, dal momento in cui si siede per l'aperitivo all'istante in cui trangugia l'ultimo pezzo di pizza..Grazie alle foto a volte ti accorgi pure che la cassiera aveva sbagliato a darti il resto o che avevi l'etichetta di intimissimi che usciva dal top.. Facciamo centinaia di foto a serata manco stessimo visitando la ville lumiere...Non era bello quando centellinavamo le foto perchè stava per finir il rullino? Per poi farle sviluppar all'ipercoop e incazzarsi come iene xkè si è venuti in tutte con gli occhi chiusi? ahahah forse no, però che esagerazione di foto..

sabato 20 giugno 2009

Chuck 73 - Noi di Cuneo siamo gente chiusa

E' un periodo che sono un po' in depressione. Niente di grave, non medito il suicidio, solo che sarebbe bello che i miei esperimenti dessero qualche risultato positivo ogni tanto. Ma a parte questo, dicevo che è un periodo un po' cosi'. E ieri sera ho pure un po' litigato con una mia amica e stamattina mi sono svegliato ancora incazzato nero.

In questo stato d'animo, sono andato in stazione per fare i biglietti per il prossimo weekend (torno a casa), ed ecco che nel piazzale della stazione c'era questa ragazza con un cartello "FREE HUGS".

Ma roba pazzesca. Sei triste, incazzato e depresso, periodo nero e tutto, e trovi una ragazza (carina tra l'altro) che da' via abbracci gratuiti.
Un po' di contatto umano. Perfetto quando sei giu'. E dio sa se io non ero giu'. Ah come ne avevo bisogno. Roba da risollevarti la giornata.

Non sono mica andato ad abbracciarla. Troppo timido.

Biiibaaa 122

Quando ero piccolo c’era una barzelletta che per me bambino risultava assai divertente, poiché conteneva una Risposta Arguta.
La storia più o meno andava così. C’era un uomo che comprava un sacco di terreni e iniziava a coltivarli, ma ogni volta spuntava fuori un elicottero con della gente a bordo che passando sul suo campo urlava “E noi ci ca-ghe-re-mo soooooopra!”. L’uomo si arrabbiava un casino, acquistava un sacco di altri terreni, e quelli sempre “E noi ci ca-ghe-re-mo soooooopra!”. Alla fine, l’idea: l’uomo coltivava un terreno a ortiche!
Quando finalmente arrivavano i bastardoni, li lasciava urlare “E noi ci ca-ghe-re-mo sooooopra!” e a voce altissima rispondeva “E voi vi pun-ge-re-te il cuuuuulo!”.
Mado come ridevo da bambino. Mi sembrava molto furba come risposta.
Ora, x dire come cambia il senso dell’umorismo, ho ripensato a questa storia e ho riso ancora, tantissimo. Però pensando ai tizi dell’elicottero ahahah. Da dove arrivavano? Perché poi urlare quelle cose? Che scopo avevano? Di chi era l’elicottero?
Senza contare che il culo non te lo pungi se caghi sulle ortiche da un elicottero. E senza contare che per seminare un campo ad ortiche bisogna esser pronti a buttar via un sacco di soldi.
Cioè mi fa veramente ridere l’immagine di questi qua che appesi all’elicottero da ogni lato, come fossero su un tram a San Francisco, decollano euforici dicendosi l’un l’altro “Alè alè, via, andiamo!”

martedì 16 giugno 2009

Biiibaaa 121

Filone di Alessandria è nato prima di Cristo ed è morto dopo. Ha vissuto a Gerusalemme e ha passato tutta la vita a scrivere una colossale storia degli ebrei. Sembrerebbe proprio la voce imparziale e competente che tutti cerchiamo per far luce sulla figura di Gesù.
Era lì quando Erode ha ucciso tutti i bambini cercando Gesù, era lì quando è stato compiuto ogni singolo miracolo del Messia, era lì quando c'è stata la crocifissione, il terremoto, la resurrezione che tanto ha sconvolto e riempito di meraviglia ogni singolo ebreo.
Ma di tutto ciò egli non parla. Non gli è arrivata voce. Nemmeno una riga.
Ahi ahi ahi Paloma.



Tra l'altro siamo sicuri no che "vergine" 2000 anni fa significasse la stessa cosa che intendiamo noi?
No perchè mi ha detto uno dei miei amici immaginari che Isaia nel testo originale parla di un ragazzo nato da una giovane donna, e in greco "giovane donna" e "vergine" vengono resi e significati dallo stesso termine.
Avremo poi mica preso l'accezione sbagliata eh??
Non credo via, sicuro no.





Che poi magari adesso sembra che io ce l'abbia con la Bibbia, quando in realtà io la Bibbia la leggo. Ieri, pensa, mi è apparso perfino Gesù. E mi ha detto "Ah, a Betlemme il mese di dicembre è freddo che si schiatta, c'è neve e quant'altro. Lo so che è bella l'immagine dei pastori in giro col gregge, ma proprio non ci sono in quel periodo. Garantito. Tutto il resto della Bibbia però è giusto. Di fisso".

venerdì 12 giugno 2009

Biiibaaa 120

Quando incontri una persona logorroica è capace che ci mette tutta la sera a dirti che non ha niente da raccontare

martedì 9 giugno 2009

Biiibaaa 119

Sa, facciamo tutti assieme quel vecchio giochino. Dovete ripetere molto velocemente questa frase "Date pane al cane pazzo, date pane al pazzo cane". Ma molto velocemente, e cercando di non impappinarvi.
Inizio io:
"Date cazzo al cane cazzo, date cazzo al cazzo cane"

Ok, ora tocca a voi

lunedì 8 giugno 2009

Biiibaaa 118

Ma ecco, no, pensavo, metti che io vado a votare e anzichè votare uno dei candidati in lista voto Dexter, perchè mi piace il suo telefilm e perchè trovo che mi rappresenti molto quando lavando i piatti pensa fisso "Non devi uccidere tua sorella", o quando dice alla sua donna "Ebbene sì ho un problema di dipendenza" solo per levarsela dalle palle. E metti che hanno la mia stessa idea un casino di persone a Borgo San Dalmazzo. Insomma, Dexter vince. A Borgo San Dalmazzo raggiunge e supera il tetto voti di ogni altro candidato.
Che si fa? Eh?
Che succede?
E' prevista come possibilità una cosa del genere?
Perchè può succedere eh.

Innanzitutto lui facilmente lo viene a sapere. Anche fosse a Miami o a Spotorno, qualcuno in qualche modo va lì e gli dice "Guarda, hai vinto le elezioni a Borgo San Dalmazzo".

Ah, ecco poi un'altra cosa.
Avete presente tutti quei manifesti elettorali con quelle facce paonazze e quelle foto venute male e inspiegabilmente scelte come simbolo di un'intera campagna?
Perfetto, mettiamo che io metta lì in mezzo dei manifesti non autorizzati, tipo con la faccia di Dexter.
E' reato?
Perchè se non è reato è quasi sicuro che poi un sacco di gente lo vota. Forse vince.

martedì 2 giugno 2009

Biiibaaa 117

IL CICCIONE

"A 15 anni ero molto grasso.
Ora, per dire, sono esageratamente grasso. Ed è meglio, perché so di non avere chances. Me ne sono fatto una ragione. Il mio peso forma è troppo lontano, dovrei tagliarmi tipo le gambe e la testa per leggere cifre meno imbarazzanti sulla bilancia. Non esiste. Io faccio finta di preoccuparmi, annuisco davanti ai consigli, borbotto lamentele e mugugno a ogni forchettata, ma fondamentalmente mangio quello che mi pare. La gente mi compatisce. Sono talmente grasso che ho raggiunto una nuova dignità.
A quell’epoca però era diverso. La mia testa poggiava su un collo, non annegava in un gorgo rotoloide di ciccia incravattata, le mie mani non si incollavano al banco portandosi via mezza risma di carta quando mi alzavo, la mia bocca non aveva quel sorriso lipidico che non sai se sotto mi stanno facendo un pompino o se sto per vomitarti addosso un rotolo di moquette.
Ero simile ai miei compagni. E l’ora di ginnastica arrivava come un boia ogni settimana, mi calava le braghe, mi pezzava le ascelle, richiamava ettolitri di sangue nelle mie guance, proprio quando dietro i vetri le ragazzine fumavano e covavano cattiverie.
In quegli anni soffrivo.
Poi venne Miriam.
Miriam la porca. Venne su da Salerno con la sua famiglia strillona e si piazzò nel banco accanto al mio. Non mi degnò d’uno sguardo. Forse una volta mi chiese se avevo dei cicles. Ma io non ero un ciccione in gamba. Ero un ciccione di quelli che al mare mangiano panini abnormi e con l’altra mano tengono l’aquilone.
Un giorno Miriam mi posò la mano sul braccio e disse “Te ti chiami?”
“Edoardo”. Guardai i suoi occhi dai mille riflessi ed ebbi un pensiero da vero adolescente del cazzo. Pensai “Le sue pupille stanno lavorando per mettermi bene a fuoco”.
“Mangiamo insieme oggi?” chiese lei.
“Sì”
Mi diede uno schiaffo su una mano, e mi disse “Bravo!”.
Andammo al self-service della stazione. Presi tutto quello che prese lei. Leggevo i nomi dei piatti sui cartellini e quando lei diceva “Buoni i tortelli!” io chiedevo un piatto di tortelli anche per me grazie, e pensavo che dopo pranzo dovevo pilotarla dove stavano i miei amici.
A tavola prese a toccarmi l’avambraccio. Ci poggiava la punta delle dita quando cambiava argomento. Io mi guardavo intorno. Non mi andava che leggesse nei miei occhi le turpissime scene di strasesso in cui noi due ci avviavamo a grandi falcate verso l’orgasmo perfetto toccandoci dappertutto con la punta delle dita.
Il mio cruccio era la mancanza di prove. Lei parlava fisso, ma io pensavo alle prove. Tenevo gli occhi sulla strada. Mi voltavo a vedere chi entrava.
Dopo pranzo ci spostammo in un bar. Lei si buttò su una sedia.
“La vuoi te?” disse pizzicando fra i denti la caramella che stava succhiando. Feci segno di sì, la presi e me la ficcai in bocca.
Le piacciono i grassi, è fatta, pensai.
Ai giardinetti limonammo.
Avevo trovato la matta. Quella con le fisse.

I sei mesi che passai con lei furono indimenticabili. Una porcheria dietro l’altra. Miriam gridava nel letto dei miei, la domenica, e io ci davo dentro, serio, serissimo. Ancora oggi mi chiedo dove stava l’inculata."


Ecco. Ho presentato questo racconto a un concorso indetto dalla Stampa, un paio d'anni fa, con in palio una Fiat Panda, se ricordo bene. I racconti inviati erano un sacco, per cui una prima scrematura è stata fatta in automatico, con il trova-vocaboli, così da escludere tutti i racconti volgari, razzisti, classisti eccetera. Il mio racconto è stato scartato subito, in prima battuta, perchè volgare e pieno di discriminazione verso gli obesi.
Ho sospettato fin da subito che la ricerca fosse stata effettuata solo sui titoli e non sui contenuti, perchè la censura mi ha bloccato in maniera praticamente istantanea. Allora ho sostituito il titolo e ho inviato una seconda volta il mio racconto. Anziché "Il ciccione" l'ho intitolato "Miriam la porca".
Censurato di nuovo.
Allora ho provato a intitolarlo semplicemente "Miriam", e tà-dàààààà: eccolo apparire sul sito della Stampa.
E' stato lì fino a che la giuria non ha letto davvero i racconti e poi è stato finalmente scartato un'ultima volta.

Il tema dei racconti doveva essere "Oltre le aspettative", e mi sembrava molto carino mandare una storia tenerissima come questa, in cui un ragazzino appena un po' sovrappeso faticava a credere di aver rimorchiato una figa.
Pazienza, continuerò a viaggiare sulla mia Y ancora un po'

lunedì 1 giugno 2009

Biiibaaa 116

Credo che una vacanza in cui siamo presenti io e il mio amico Lorenzo diverrebbe presto insopportabile x chiunque, perchè ci piace a tal punto guardare la gente che potremmo passare un intero pomeriggio in una piazza a valutare chi ha la testa + grossa

venerdì 29 maggio 2009

Biiibaaa 115

Quando vedi arrivare Capitan Ventosa sai che tanto grave non l'hai fatta

giovedì 28 maggio 2009

Chuck 71 - Indispensabile oggetto in ufficio

Biiibaaa 114

Alle mosche piace la cacca, se provate a non lavarvi bene lo vedrete da voi.
Ma se nel momento in cui una mosca vi si posa sulla chiappa, voi TAC, la pinzate con un vincente e rapido saettare della chiappa stessa, ecco che avrete non solo eliminato un insetto molesto, avrete fatto molto di più, avrete inventato la chiappamosche

martedì 26 maggio 2009

Chuck 70 - Saro' magari uno all'antica

Ma ho sempre pensato che una che si va a fare un book fotografico ha qualcosa che non va nel cervello. No, davvero.

lunedì 25 maggio 2009

Biiibaaa 113

Oggi ero a casa dei miei, così ho visto uno stralcio di Tg5.
Notizia di punta: "Accoltella la madre x la scelta del programma da vedere in tv".
Ecco, ma ti pare che può averla accoltellata solo per quello? Ma vedi come danno le notizie sti cazzoni di qualunque canale digitale o terracqueo?

domenica 24 maggio 2009

Biiibaaa 112

Ma ho visto il GP. Mi è piaciuto alla fine. E' più bello che in tv. E' già meno soporifero, e poi alla tele mi perdo, dopo qualche giro non capisco + niente. Vedendolo lì sotto il mio naso, e potendolo seguire come si deve, mi è stato molto + facile tenere d'occhio sorpassi, doppiati eccetera.
Cmq non andrò più per un bel pezzo, costa troppo.
La cosa bella è stata vedere quel nostro cliente partire x Torino ieri sera causa dimenticanza gravissima di biglietti d'ingresso circuito, accompagnato da cesti, l'unico gancio fra me e questa gente. Mi sono ritrovato così a cena con due tizi che non conoscevo x niente e che han passato il tempo a dirmi "Ma te fai scassare", versandomi Pigato freschissimo.
Capisco abbastanza felix. Divertirsi con gente nuova, che non conosci x nulla e non sa nulla di te, è molto facile alla fine.

Ora sono stanco, ma stanco una roba che non si può spiegare. Vado a dormire.

Chuck 69 - Calcio femminile



Una mia amica gioca in una squadra di calcio femminile.
Io le ho chiesto se è vero che le ragazze che giocano a calcio di solito sono lesbiche . Lei mi ha detto che nella sua squadra sì, alcune, ma non tutte. Lei ad esempio no.

Da allora la prendo sempre in giro su sta cosa, sapete come sono fatto.

Tipo, ieri sera eravamo a ballare nel solito posto e io l'ho presentata a un mio amico. Gli faccio:"Questa è S*****a. Sai, gioca in una squadra di calcio femminile, dunque probabilmente è lesbica".
Lei si è incazzata e ha urlato:"Non è vero non sono lesbica, A ME PIACCIONO I PENI!!!!"

La musica proprio in quel momento tace e tutti si sono voltati a guardarla.

Ci ha fatto molto ridere.

Chuck 68 - Marxismo

giovedì 21 maggio 2009

Biiibaaa 111

Stavolta Lorenzo s'è perso il momento in cui sul contachilometri si leggeva la scritta "BOSIO". Però andando a Bergamo abbiamo potuto leggere "BOSSI" e "BOBBO".
Se mai qualcuno tenterà una ricerca via Google del termine "Bobbo" non potrà che cascare qui. Colgo l'occasione x salutarlo, fargli notare che anche stavolta non ha trovato un bel cazzo, e spronarlo ad andare a lavorare invece di cercare stupidaggini

mercoledì 20 maggio 2009

Solìs e la furia di nonno nanni

Ultimamente guidare mi turba, e questo è brutto come direbbe Giusy.
Requisito imprescindibile per un bocia revisore è infatti l'avere una certa spigliatezza nella guida. Già tempo fa evinsi che l'opel corsa mille non fosse più adatta alle mie lunghe percorrenze, anche alla luce delle cose particolari che accadevano. Un bel giorno, ad esempio, il cambio mi si afflosciò tristemente in mano e la panda verde dietro di me, con Ugly Betty al volante, decidette di darmi una spinta da dietro per farmi attraversar la statale lo stesso. Quel giorno un signore molto bravo mi aiutò nel difendermi dalle perfidie di Ugly Betty e io incredula da cotanta generosità alla fine dei giochi l'avevo congedato dicendogli: "Basta dire grazie? ". Che ai suoi occhi poteva suonare come: "Cosa vuoi come ringraziamento, ti devo limonare o vuoi dei soldi?". Ma questo non importa. Quello che volevo portare in evidenza è che da quando ho la macchina nuova non ho mai più incontrato dei signori gentili. Ieri ad esempio ero in Corso Duca degli Abruzzi a Torino e ho leggermente sfiorato lo specchietto di una macchina, il vecchio alla guida è addirittura sceso dall'abitacolo per venire a battermi i vetri; e solo dio sa cosa è uscito da quella bocca Polident. Per fortuna è diventato verde altrimenti non so cosa poteva fare Nonno Nanni, minimo si tirava giù i pantaloni e mi urinava sul parabrezza. Probabilmente era un ex brigatista, so solo che la mia macchina deve aver qualcosa che non quadra. La porterò a far vedere dall'esorcista.

Biiibaaa 110

Domenica sera a cena la cameriera ha detto "Questo piatto si può accompagnare con un vino rosso dell'Abruzzo" e un amico mio, con encomiabile prontezza, ha aggiunto "...mosso, immagino?"

Ma la meglio battuta rimane quella di Lorenzo a Madrid, quando una negra gli si è avvicinata verso le tre del mattino dicendogli parole tipo "Scopare...Italiano, pompino!" e addirittura, indicando me, "Trio". Dopo averla allontanata e preso probabili accordi in vista della lunga notte, Lorenzo mi si è riaccostato.
"Che voleva la signorina?" gli faccio io.
"Ma niente" m'ha risposto lui "Voleva ricomporre il trio Lopez-Marchesini-Solenghi"
ahahahah

martedì 19 maggio 2009

Chuck 67 - Gente strana

Stasera ero a fare il barbecue con gli amici lungo il Reno, come si costuma fare da queste parti d'estate.

A un certo punto si avvicina un tizio, palesemente tossico, che chiede della senape.

Mentre la mia amica cerca la senape, io gli faccio: "Guardi, ho qui del ketchup se vuole..."
Lui fa:"No, no, il ketchup no", arricciando il naso.

La mia amica, trovato il tubetto della senape, glielo porge e lui lo prende. Ci aspettavamo andasse via, magari verso un altro barbecue con i sui amici tossici, al peggio non ci riportava il tubetto.

E invece no. Apre il tubetto e se lo strizza generosamente lungo tutto l'avambraccio, dal gomito al polso. Poi lo richiude e ce lo ridà.

Ringrazia, e se ne va via, leccandosi la senape dal braccio.

...

Cosa vuoi dire a uno così?

lunedì 18 maggio 2009

Chuck 66 - Angeli & Demoni: considerazioni sparse (ATTENZIONE: contiene spoiler sul finale)

Sono appena andato a vedere Angeli & Demoni, in lingua originale.

1) Fa molto strano sentire parlare in italiano in un film straniero. I carabinieri e qualche altra comparsa erano attori italiani e si sentiva chiaramente, ma tipo la protagonista e il prete-scienziato del CERN all'inizio parlavano un italiano imbarazzante.

2) Quando invece parlavano le guardie svizzere in svizzero tedesco, tutti nella sala ridevano un casino.

3) I miei amici cinesi mi hanno chiesto se sul fondo di tutte le fontane di Roma ci sono i tubi dell'aria. Io gli ho spiegato di sì, che li hanno messi per via dei turisti cinesi che per fare fotografie ci finiscono dentro. La macchina fotografica appesa al collo pesa e li tira giù, ma siccome è costosa non la possono lasciare: non resta che attaccarsi ai tubi dell'aria come il cardinale del film e respirare aspettando che i soccorsi svuotino la vasca e li recuperino.

4) Questo film mi ha fatto venire voglia di dare fuoco a qualche alto prelato.

5) Mi sono immaginato razzingher che usciva correndo dalla basilica con la bomba in mano e saltava sull'elicottero e lo guidava su nel cielo. Solo che non c'erano paracadute sul velivolo.

6) Angeli & Demoni, finale alternativo:

(La scena è ambientata nell'ufficio del pontefice, quando il capo delle guardie svizzere affronta il camerlengo. Alla fine dello scambio di battute rivelatore, il camerlengo afferra il marchio a fuoco degli illuminati e si auto-marchia per simulare l'aggressione. Solo che gli altri fanno irruzione troppo presto e le porte si aprono quando lui sta ancora tenendosi il marchio a contatto col torace)

(Rumore di carne che sfrigola)
Camerlengo: "AAAAAAAAHHHHHHH!!!!"
(Tutti guardano il camerlengo. Visibile imbarazzo. Le guardie abbassano le pistole)
(Il camerlengo stacca il marchio da sè e lo porge al capo delle guardie svizzere. Gli fa cenno di prenderlo)
Capo delle guardie svizzere: "..."
(Il camerlengo gli apre la mano e gli fa afferrare il ferro, spazientito)
Camerlengo (indicando il capo delle guardie svizzere): "Illuminati! Illuminati!"
(Langdon e le guardie si guardano tra di loro, poi si voltano e se ne vanno scuotendo la testa)

domenica 17 maggio 2009

Chuck 65 - Fossi figo

Ieri uno di quei momenti perfetti che capitano ogni tanto.

Sono uscito a passeggio in una bella giornata di sole, dopo una settimana di pioggia. Il centro era pieno di gente che faceva shopping. Si respirava aria di sabato pomeriggio, senza pensieri, senza sagrin. E nel walkman è partita "Fossi figo" di Elio.

Mi sono proprio sentito felice di essere al mondo.

domenica 10 maggio 2009

Biiibaaa 109

Bene bene ora teoricamente Berlusconi dovrebbe modificare la legge che ci vieta a tutti quanti di scopare con le minorenni

Biiibaaa 108

Dio dice ad Adamo ed Eva di non mangiare dell'albero della conoscenza perchè altrimenti moriranno, cosa che in effetti poi non accade.
Il serpente li convince a mangiarne dicendo che non moriranno affatto, e che anzi, i loro occhi si apriranno.
Loro ne mangiano e non solo non muoiono, ma i loro occhi si aprono.
Ora ognuno tiri le conclusioni che crede, però qua l'unica persona per bene di tutta la banda a me pare il serpente, che verrà per giunta punito terribilmente da Dio per aver fatto null'altro che del sano e innocente giornalismo

sabato 9 maggio 2009

Biiibaaa 107

A Cannes ci sarà un film coreano che ha tutta l'aria di essere una commedietta brillante e molto molto leggera. Si intitola Thirst, è la storia di un prete che dopo una trasfusione diventa vampiro e inizia a infrangere tutti e dieci i comandamenti, uno dopo l'altro, poi di innamora della moglie di un suo amico e lei gli chiede di ammazzare il marito.
Mmmh, ahahah che bel soggetto. Pare anche che siano già partiti dall'Oriente alcuni tir carichi di ettolitri di sangue per imbrattare la sala e rendere più realistica la visione

giovedì 7 maggio 2009

Biiibaaa 106

Ho visto un po' di Annozero, si parlava di Berlusconi. Io non credo in Berlusconi, come in nessuno dei politici che circolano all'interno del nostro Parlamento in questo particolare e buffissimo periodo storico. La politica se va bene è momentaneamente in freezer, se va male è morta proprio.
Comunque che mi frega a me di questa Noemi? Ecco cosa mi son detto spegnendo la tv, quando il divertimento per l'assurdità del dibattito ha iniziato a virare verso la noia. Che mi frega?? Ma come mai a tutti interessa così tanto?
Se anche se la fosse scopata? Ma buon per lui ahah!
Berlusconi sta guidando l'Italia al momento. Ecco, io quando salgo su un pullman, mi interesso di come guida l'autista. Se l'autista scopa a destra e a manca a me che cazzo me ne frega, faccia un po' quel che vuole, basta che non finisca in un fosso mentre mi porta dove gli ho chiesto di portarmi.
Qui son tre giorni che di come guida Berlusconi nessuno parla più.
Perchè non guida bene eh

Chuck 63 - Sempre meglio di vedere Porta a Porta

Biiibaaa 105

Ma tipo Roberto Saviano come si sentirà ora che ha scritto tutto quel tomo e si è rovinato la vita e non può più uscire senza scorta e non potrà farlo mai più - come si sentirà, dicevo, a pensare che a napoli non è cambiato un bel cazzo?

mercoledì 6 maggio 2009

Chuck 62 - A proposito di papi...

No, non voglio parlare di pontefici.

Nemmeno di Sarabanda.

Volevo proprio parlare di quel papi.

Ho seguito la vicenda attraverso la rete, dunque mi sono perso gli speciali Porta a Porta, i servizi di Studio Aperto, Emilio Fede. Sono disinformato quindi.

Il mio dubbio è:

a) è la figlia illegittima
b) è l'amante minorenne
c) entrambe

Qualcuno sa?

(Grazie Clod!)

Biiibaaa 104

Ma è inutile che continuiamo a parlare di crisi e di rifinanziamenti e rifondazioni e di petrolio e di energia. Ormai la causa di ogni spreco è stata trovata e identificata, senza dubbi: è il pallino rosso della televisione in stand-by

sabato 2 maggio 2009

Chuck 61 - Le ricette di Chuck 3

Piu' vivo all'estero e piu' mi ritrovo a mangiare porcherie. Invece di colonizzare, sono colonizzato.

Per dimostrarvi i livelli a cui si puo' ridurre uno che vive single abroad, oggi vi propongo un dessert molto semplice (ma non per questo meno buono)

Servono solo una banana, della nutella e un microonde. E già qui capite che purcheria vi sto per presentare, ma abbiate fiducia, mi direte dopo aver provato.

Si incide la buccia della banana su di un lato, per tutta la sua lunghezza, in modo da aprire una specie di tasca. A questo punto, con un cucchiaino o, meglio, un coltello piatto si riempie l'interno della banana di nutella. In pratica ci dev'essere nutella nello spazio tra la polpa e la buccia.

Fatto? Bene, ora si mette la banana farcita nel microonde. Massima potenza per 2-3 minuti. La buccia da gialla diventerà scura, come quando la banana è troppo matura. Questo è il segnale che il dessert è pronto.

Si mangia con un cucchiaino attraverso l'apertura nella buccia, la polpa è diventata morbida e cioccolatosa ed è calda. Mmm...

Amanti di banana e nutella, provate questa variante poi mi dite. Intanto io sto ingrassando a vista d'occhio, meglio che riprenda a sbattermi un po' in palestra.

giovedì 30 aprile 2009

Chuck 60 - Mi sento Felice

Porca vacca, mi son messo a pacioccare sull'aspetto del blog perchè volevo sistemare i video di youtube che sbordano dalla pagina e guarda cosa ho combinato. Se qualcuno capace di programmare in HTML mi aiutasse sarebbe gradito.

Biiibaaa 103

Ecco, x rompere la routine ho dato adesione x fine giugno a una gara di birra e salsicce


ma ora vi devo salutare perchè di colpo voglio documentarmi bene sulla differenza "salsiccia/salciccia" e sui plurali con doppia consonante

mercoledì 29 aprile 2009

Biiibaaa 102

Ho finalmente visto Mostri contro Alieni 3D. A un certo punto ho pensato "Se in questo momento entrasse in sala una persona proveniente, che so, dagli anni 70, vedrebbe tutti noi seduti qui in fila, con gli stessi medesimi occhiali, intenti a ridere a crepapelle davanti a un cartone sfuocato. Poi all'uscita ci vedrebbe lanciare segnali alla nostra auto e far scattare le porte, e forse ci vedrebbe parlare in una sorta di interfono mentre guidiamo".
Siamo la classica rappresentazione del 2000 nei film anni 70.
Siamo il futuro.

lunedì 27 aprile 2009

Chuck 59 - Ci sono un americano, uno svizzero, un francese e un italiano che vanno in gita a Praga...

...e la prima sera vanno in discoteca. Nemmeno entrati da un minuto, che un ubriaco rovescia un intero bicchierone di birra gelata nella schiena dell'italiano, che cristonia in un po' tutte le lingue. L'americano attacca subito briga con l'ubriaco responsabile del fattaccio: "Ehi tu guarda cos'hai fatto al mio amico", lo apostrofa senza indugio.

Con somma sorpresa, scopre che anche l'ubriaco rovesciatore di birre è di Los Angeles come lui ed ecco che i due diventano subito migliori amici e iniziano a offrirsi tequile.

Intanto l'italiano ha tutta la schiena bagnata e continua, seppure un po' in disparte, a cristoniare serrato.

A questo punto entra in scena il francese, che si inserisce nel gruppo di americani ubriachi e inizia a parlare con una delle ragazze, una formosissima statunitense cresciuta a pane e macdonald, del peso approssimativo di un quintale. Questa è l'ultima volta che i suoi amici lo vedono. Riapparirà solo il giorno successivo a pranzo, con il collo orrendamente coperto di mostruosi succhiotti viola-scuro e millantando performance sessuali sovrumane.

L'italiano intanto, solamente strizzando la sua camicia fradicia, ha potuto riempire un paio di medie, che offre in giro.

Lo svizzero si è un po' tenuto in disparte durante tutti questi avvenimenti, perchè cercava del fumo. Dopo aver attaccato bottone con ogni persona di colore del locale, finalmente trova uno che ne vende. Felice come una pasqua, comincia a confezionare uno spinello con consumata destrezza, seduto su un divanetto. Qui viene fatto oggetto di avanches da un tizio che sembra il sosia del cowboy di Brockback Mountain (non quello che si è suicidato, quell'altro).

L'italiano raggiunge lo svizzero, che ha ormai pronto lo spinello e lo sta fumando. Una bella ragazza si aggrega al simpatico gruppetto, salvo poi fuggire dopo poco, scacciata dall'italiano che le tossisce addosso mezzo polmone, dopo la prima nota. Tra un colpo di tosse e l'altro l'italiano cristonia.

A questo punto i ricordi si fanno confusi e la cronaca dei fatti si fa incerta.

Di certo c'è che i tre sopravvissuti, americano svizzero e italiano, si trovano a un certo punto chissà come a bordo di una limousine lunga sei o sette metri, diretta chissà dove. L'americano molla una scorreggia così orrenda che l'autista si trova costretto ad abbassare tutti i finestrini. Poi si ferma e li fa scendere.

Che notte. Sembra una barzelletta.

(l'italiano ero poi io)

domenica 26 aprile 2009

Biiibaaa 101

Io ti vi molto bi, ma anche ti vi molto baaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

venerdì 24 aprile 2009

Biiibaaa 100

Wow post numero 100 per Biba. Grazie Chuck che mi hai ridato un posto dove sfogare le mie madonne quando cuneo2night ha dato il giro.

Generalmente quando sono a spasso e mi viene una fantasmagorica idea oppure sento qualcuno dire una frase meritevole, mi segno lo spunto sul cellulare e poi la sera scrivo qui la mia boutade. Ora è un po' che rileggo un promemoria e non riesco veramente a ricordare il motivo e l'occasione in cui l'ho annotato. Ho già chiesto ai miei amici ma non dice nulla manco a loro.
Pazienza, spunto perduto.
La frase è "C'è qualcosa che non va nella mia testa di merda"

ahahah chissà dove l'ho sentita, chi l'ha detta e cosa ci trovavo in quel momento ahahah. Se l'ho segnata doveva essere un gran contesto

mercoledì 22 aprile 2009

Chuck 58 - Una cosa che fa molto ridere

Biiibaaa 99

Hugh Jackman, l'attore che interpreta Wolverine, ha raccontato ai cronisti un curioso episodio che mette in luce la vera natura di Clint Eastwood, ogni giorno più mitico

Ha detto "Alla cerimonia degli Oscar c'è stato un momento in cui ero in fila con altri attori per ricereve un premio. Proprio dietro di me c'era nientemeno che Clint Eastwood! Allora non ho resistito, mi sono voltato e gli ho detto - Clint, forse tu non mi conosci, mi chiamo Hugh Jackman e ho appena fatto un film sugli X-men. Molti mi dicono che somiglio a te da giovane! -. Lui ha alzato la testa e mi ha fissato con quegli occhi a fessura. Poi mi ha detto - Stai bloccando la fila"


ahahahah ho riso un'ora quando ho letto sta cosa.
Perchè per rispondere così a uno che cerca di farti dei complimenti devi essere veramente cattivo ahahah

martedì 21 aprile 2009

Chuck 57 - Tenete d'occhio i blog nel blogroll qui sulla destra

Che c'è gente al mondo che fa schiattare.

Un esempio:

Ricordo che c’era un tizio che sapeva ruttare l’alfabeto. Sorretto dallo spirito d’emulazione tentai di fare altrettanto scoreggiando dalla A alla Z.

Alla D sentii la sgommata sul guard rail. Arrivato alla F mi cagai addirittura addosso.

Vi ho mai parlato della mia cocciutaggine?

Alla M evacuarono il locale.

E dell’alluvione del 94? Siete informati?

Alla Y ringraziai il meraviglioso pubblico.

E del fatto che ero convinto che l’alfabeto fosse di 47 lettere? Ve ne ho mai parlato?

Poco prima della Z entrarono le teste di cuoio con gli idranti.

Si ok è uno scherzo, lo ammetto. Ho esagerato: il tizio sapeva ruttare solo fino alla H.

lunedì 20 aprile 2009

Biiibaaa 98

Mado mi si strappasse il goldone dovrei dirle "Ma presto prendiamo sta pillola! Piuttosto la prendiamo tutti e due, se si sta male, sto male anch'io! Altrimenti devo ammazzarti! O se non c'è nulla da fare mi ammazzerò io. Qualcuno qua comunque deve morire"

venerdì 17 aprile 2009

Biiiibaaa 97

La lingua italiana.
Vado a pagare l'assicurazione e chiedo alla donnina dietro il banco
"Posso pagare anche quella di mio padre, x la casa?"
"Certo, mi metta solo uno scarabocchio qui"
"Ok...ma a che nome devo firmare?" (in Italia nulla da stupirsi che un'assicurazione mi chieda apertamente di falsificare delle firme ahah)
"A nome suo"
"ok"
E poi quando sto per firmare "Mh...dicendo 'a nome suo' lei cosa intende?"
"E' intestata a suo padre, mi ha detto, no?"
"Sì"
"Ok, e allora va bene a nome suo"
"...già..." e poi ancora "...abbia pazienza, sa la nostra lingua com'è diabolica. A nome di mio padre????"

ahahah
sì, comunque voleva delle firme false

martedì 14 aprile 2009

Biiibaaa 96

Ora che hanno fatto i Transformer cosa aspettano a fare Goldrake?
Poi un bel giorno si degneranno di fare anche il film di Pac-man o no?
E Tetris? Lo faranno? Una storiaccia di muratori, con quelli sopra che spingono e lasciano cadere giù enormi blocchi di pietra, e quelli sotto che li sistemano. Si potrebbe incentrare la storia sugli uomini di mezzo, che devono colpire i pezzi in volo e girarli

sabato 11 aprile 2009

Chuck 56 - Wonderbra

Camminavo con una mia amica per il mercato di Saluzzo stamattina. Questa mia amica è molto magra e si lamentava con me riguardo al fatto che fosse priva di tette.
Lavora in un ambiente prettamente maschile, e pur essendo l’unica donna in mezzo a una trentina di ingegneri e informatici (categorie notoriamente non avvezze ai contatti con la pussy), si lamentava di non essere ancora stata molestata sessualmente.
Si spiegava questo fatto con il suo handicap nell’attrarre l’attenzione maschile dovuto all’assenza di un seno generoso.
Io concordavo in linea di principio sulla sua diagnosi, stavo per esporle la mia opinione quando, in prossimità di una bancarella, mi fa: “Aspetta un attimo” e si dirige al banco che vende trapunte, lenzuola e biancheria per la casa varia.
“Mi dia due cuscini antiallergici, grazie.” ordina al tipo del banco.
Io mi avvicino e le faccio sottovoce:”Fai come vuoi, ma due cuscini secondo me si notano troppo, dovresti usare qualcosa di piu’ discreto...”

giovedì 9 aprile 2009

Biiibaaa 95

Il mulo e tutti i suoi parenti ci hanno insegnato a dire "Scarico", ma perchè si dice scaricare? E' per via della frutta? Per il fatto che la musica una volta era in cassetta? Io non scarico, sono molto onesto. Manco la Quaresima ho dovuto fare, mi son sfondato di carne e cioccolata ogni volta che ne ho avuta l'occasione, perchè quando uno è puro e non ha fatto peccati non ha nulla da temere.
Ora mi PROCURO La Isla Bonita di Madonna, che credo sia molto divertente da suonare con il basso. Poi mi PROCURO il testo, su qualche sito, e mi metto lì con le mie cuffiette a scrivere le note. So che ci sono siti in grado di PROCURARMI anche quelle, ma le parti che trovi sui siti sono sempre sbagliate o diverse dall'originale. E poi è molto bello scrivere le note e a me piace la mia scrittura.
L'ho fatto con HEEEEEEEEEEE-EY BABY!
UH!
AH!
I WANNA KNOOOO-OOO-OOW, IF YOU BE MY GIRL!
e mi diverto moltissimo a suonarla. Sentitela coi bassi a palla e non faticherete a visualizzarmi lì felice come se non avessi dei problemi molto gravi.
Ora raccolgo tutte le canzoni più sciocche del pianeta e le pianto in mezzo alla stanza sul mio bravo leggio, poi tra due ore mi metto a dare del fastidio ai vicini

mercoledì 8 aprile 2009

Biiibaaa 94

Questo è il post numero 200, in cui biba si compiace di questo blog, ma capisce altresì di non essere bravo nei rapporti sociali e va a vivere forse in montagna per sette anni

martedì 7 aprile 2009

lunedì 6 aprile 2009

Biiibaaa 93

Se esistesse ancora cuneo2night, stasera mi piacerebbe aprire un forum in cui la gente si dilettasse a inventare proverbi sciocchissimi. Stasera Giulia me ne ha detti due splendidi
"Limone spremuto succo non ha"
e
"Secchio senza manici con le mani si prende"

ahahah

domenica 5 aprile 2009

SECONDA CENA DEL BLOG BAGNECAUDE

Una sera compresa tra il venerdi' 10 e lunedi' 13. Zona cuneo. Cazzi rigorosamente nei slip e lesbiche solo se sul treno!

Biiibaaa 92

Solo chi era alla Lanterna stasera può sapere com'è bravo Marco Cole quando sta su un palco. Sono molto orgoglione di essere stato a un certo punto su un palco con lui

giovedì 2 aprile 2009

Chuck 54 - Le ricette di Chuck 2

Questa ricetta è quasi ridicola nella sua semplicità, ma com'è allora che mi è venuta in mente per la prima volta solo dopo 31 anni? Sia come sia, ve ne faccio partecipi, non c'è bisogno di ringraziare.

Si tratta di un panino.

Tutti conosciamo e apprezziamo i panini con la Nutella. E tutti conosciamo e apprezziamo i panini con la marmellata. Ma quanti hanno provato a fare un panino con SIA la Nutella SIA la marmellata? Io lo feci.

Si apre il pane in due e si spalma su di una fetta la Nutella e sull'altra fetta la marmellata (io ho provato fragole e albicocche). E poi, con un unico elegante lussurioso movimento, si riuniscono le due fette di pane, sigillando in un peccaminoso abbraccio gli zuccheri della marmellata e i grassi della Nutella.

Il primo morso è un'epifania. La Nutella svolge la funzione del burro nel vecchio panino burro e marmellata, quella di lubrificare la bocca e prolungare l'orgasmo zuccherino dovuto alla marmellata. Ma la Nutella non è burro: è Nutella. Immaginate che upgrade.

Questo panino è particolarmente indicato a colazione o a merenda. Bevanda d'accompagnamento consigliata: caffelatte freddo.

Buon appetito dalla Svizzera.

Chuck 53 - Una storia di sesso con sconosciuti e perversione

Roman mi racconta sempre storie molto divertenti. Ad esempio questa.
Un suo amico della palestra gli ha raccontato cosa è capitato una volta ad una sua amica.

Era a Berlino per qualche non specificato motivo e ha conosciuto un tizio in un bar o in discoteca, non so bene. Fatto sta che sono andati a casa sua per passare la notte insieme. Sapete una di quelle cose che aumentano la diffusione di varie malattie veneree.
Il mattino successivo lui si sveglia presto perchè deve andare a lavorare, ma le dice che lei puo' ancora fermarsi a dormire finchè le va.
Lei continua a dormire fino tipo a mezzogiorno. Quando si sveglia pero', prima di rivestirsi e andare via, deve andare in bagno per fare la cacca. Va in bagno, fa la cacca, e qui le cose iniziano ad andare storte. Niente sciaquone. Non funziona, o non c'è acqua, vai a sapere. La tazza è piena e non c'è modo di svuotarla. Imbarazzo.
Cosa escogita la poveretta nella sua disperazione? Prende un sacchetto di plastica e lo usa per raccogliere tutta la cacca dal water, con l'intenzione di buttarlo poi in un cassonetto per strada. A mali estremi estremi rimedi, come si suole dire.
Il piano sembra funzionare: la cacca è nel sacchetto e lei finisce di pulire la tazza.
Poi prende il sacchetto, lo posa nell'ingresso ed esce a prendere le scarpe in corridoio.
E la porta si chiude alle sue spalle.
Ah ah ah.

Pensate al povero cristo la sera quando ritorna che si trova un sacchetto di merda nell'ingresso cosa avrà pensato.