sabato 31 ottobre 2009

Biiibaaa 134

Quando lavoravo in ospedale, nel reparto di immunoematologia e trasfusionale e staminchia eccetera a un certo punto il tg aveva detto che Nino Manfredi aveva molto bisogno di sangue gruppo... boh, ora non ricordo, diciamo AB, e c'era stato un semiappello ai donatori affinchè si attivassero per salvarlo.
Il pomeriggio stesso sono arrivate le prime telefonate.
"Salve, volevo donare il sangue x Nino Manfredi"
"Beh non può donare il sangue a Nino Manfredi qui a Cuneo, quell'appello era rivolto alla popolazione di Roma, e comunque era fatto molto male e non aveva nemmeno tanto senso. Comunque il suo sangue può essere prezioso per tante altre persone, venga che l'aspettiamo volentieri"
"Ah no, io volevo darlo a Nino Manfredi, allora niente, arrivederci"



"Buongiorno, senta se io vengo a donare il sangue domani mattina ho la certezza che il mio sangue vada a Nino Manfredi?"
"Signora ha la certezza che non ci andrà mai, qui siamo a Cuneo, per lui sono i donatori di Roma a dare il sangue, venga lo stesso però"
"Ah no allora niente"

"Buongiorno, dove devo andare per dare il sangue a Nino Manfredi?"
"In culo signora, deve andare in culo, e mi raccomando, porti tanto caffè, perchè se si mette due o tre pacchetti di Lavazza in culo vedrà che più lo spinge giù e più lui viene su"

Ahah comunque Nino Mandredi è poi morto poco tempo dopo e io non ho mai smesso di visualizzare questo treno carico di sangue che da ogni parte d'Italia arrivava per portare 20mila ettolitri di sangue AB a Nino Manfredi, con la pretesa di ogni donatore di avere almeno una goccia della propria donazione nelle vene del grande Nino.
Forse è morto perchè è esploso

2 commenti:

Saramnesia ha detto...

ahahahhahah se lo metta in culo fa molto ridere

Anonimo ha detto...

ahahhahahaha ma cosa centro io? ahahahahahahahahahahah LOL