venerdì 7 novembre 2008

Solìs 4- una vita da tifoso

Oggi vorrei spender due parole per descriver il tifoso medio italiano, quello che quando il calcio chiama non c’è passerotta che tenga, quello che ahimè, gli unici anelli che ti mostra con meraviglia e emozione sono quelli dello stadio Bernabèu, quello che la doppietta è più facile che la vedi far da Del Piero in campo che da lui in altri contesti. E allora mi domando ma il Ras della fossa non era quello che se incontrava una donna gli sbranava la gonna? (Abatantuono docet).

3 commenti:

Anonimo ha detto...

il tifoso è uomo e come tale ce ne sono di tanti tipi

un piccolo consiglio è quello di stare alla larga da chi si dichiara virile a parole
chi lo è davvero non ha bisogno di urlarlo ai 4 venti
le donne lo capiscono

mac

Solìs ha detto...

quindi dici che il ras della fossa banfava?

:-)

Saramnesia ha detto...

ma secondo me quelli che lo dicono ai 4 venti sono i migliori perchè la maggior parte delle volte il loro è solo un avvertimento prima di castigarti a dovere
ahahahah