lunedì 8 dicembre 2008

Chuck 26 - Dove Marco viene in visita a Basel e l'umorismo trionfa

Qualche episodio dalla recente visita di Marco qui in Svizzera


Sabato sera ero invitato a una festa e mi sono presentato con Marco. Io un po’ ero preoccupato a portarlo, che si sa che quando vai a una festa dove non conosci nessuno magari non ti inserisci e ti deprimi. E infatti all’inizio a un certo punto Marco si è trovato in cucina con una decina di scienziati che facevano umorismo nerd, che non avete idea come sia l’umorismo nerd degli scienziati.

Lo vedevo che era a disagio.

Poi ha trovato il gin tonic ed è diventato amico di tutti.



Siccome è quasi natale, alla festa bisognava portare ognuno un regalo del cazzo. Si faceva un mucchio e si redistribuivano a caso. Quello che ti capitava, capitava.

Così io e Marco nel pomeriggio siamo andati in un negozio di robe cinesi e abbiamo comprato uno scopino del cesso (2.6 CHF) e un sacchetto di verdure di plastica (1.60 CHF). Quando si dice il buon gusto. Sono stati i regali più gettonati della festa. Mado, le verdure di plastica sono andate letteralmente a ruba tra le ragazze. Tutte che volevano una carota, uno zucchino, una melanzana di forma allungata, un cetriolo. Mi chiedo perché.



“Piacere, mi chiamo Marco”

“Piacere, Inga

(Facendo il brillante) “A un altro nome che finirò con lo scordare temo”

“E si fai già che scordarlo adesso va. Ciao.”

Ah ah ah.



C’era la coda per andare in bagno e Marco faceva lo splendido con due fighe per farle passare davanti, e loro no ma dai c’eri prima tu, e lui no no figuriamoci, e così siccome mi pisciavo addosso sono entrato io. Ci sono rimasti un po’ male.

Lui batte sulla porta e grida: “STRONZO VEGETARIANO!”.

In quel mentre passa un tipo e gli fa: “A c’è Enrico dentro?”

Ah ah ah.



Eravamo già ormai sbronzissimi e parlavamo con le due ragazze di prima, che dicevano che avevano combinato di andare alle terme l’indomani ma poi avevano ricevuto la mia email che chiedeva chi voleva andare alle terme e così avevano deciso di rimandare e andare un’altra volta. Ah ah ah.



A un certo punto c’erano i mandarini e Marco ne stava mangiando uno e Claudia ne voleva un pezzo e lui fa aspetta apri la bocca te lo tiro. Lei apre la bocca e lui glielo tira fortissimo senza nemmano mirare e la prende in faccia. Ah ah ah.



Nel cuore della notte, mi sveglio per via di quel pirla che ha lasciato l’ipod acceso con le cuffiette a due centimetri dal mio cuscino.

“Marco spegni la musica?”

“…”

“Marco, per favore, spegni la musica?”

“…”

Marco ziofa spegni sta cazzo di musica?!” (Gomitata)

“…zzz…zzz…”

“MARCO PORCA PUTTANA SPEGNI LA MUSICA!”

Sobbalza e biascica nel sonno: “Yes but I need a map…

“CHE CAZZO DICI PICIU!LA MUSICA! SPEGNI STA CAZZO DI MUSICA DELLA MINCHIA!!!”

Spegne la musica.

Il mattino dopo mi fa “Ma senti ma stanotte ti sei per caso svegliato?”



Il giorno dopo siamo andati con dei miei amici e amiche alle terme. A la piscina calda è una figata e tutto, ma noi alla fin fine eravamo attratti dall'area sauna. Perchè qui si costuma fare la sauna nudi maschi e femmine insieme.

Ah che imbarazzo. Ma poi chissenefrega e vaffanculo, siamo andati. (Le tipe si vergognavano e non sono venute con noi).

Eravamo seduti a disagissimo nella sauna e io faccio a Marco:"Guarda alla tua sinistra, c'è una coricata con la patata verso di noi, in primo piano". Lui gira la testa, guarda, poi mi fa:"Ma secondo te per capire l'età delle donne si contano gli anelli della figa come per gli alberi?". Ah ah ah.



2 commenti:

Anonimo ha detto...

ahah madò che gran finale

Amanda

alexey86 ha detto...

ahahahahahah!!!!!