mercoledì 31 dicembre 2008

Biiibaaa 43

Ho visto Le ali della libertà stasera, e vedendo sti carcerati e la loro bibliotechina m'è venuto da pensare a chi è che si becca gli appalti delle forniture alle carceri. Ora mi informo. Se riusciamo a servire qualche galera piglio una biro e in uno o due libri qua e là a metà romanzo scrivo delle cose. I galeotti quando le leggono son poi felici

E poi tornando a casa ho sentito un gruppetto di persone salutarsi. Uno ha detto "Oh! Ci vediamo fra un anno!!!"
Un altro ha risposto "E se non ci vediamo..." (io qui ho pensato "no no no ti prego non dirlo!")
e lui "...accendiamo la luce!!" (e io "cazzo l'ha detto")

5 commenti:

Biiibaaa ha detto...

Ah nel 2009 cambio casa faccio uno strappo alla regola e vado ad abitare in Via del tutto eccezionale ahah

Anonimo ha detto...

mah...

Sarà vero?
Sarà falso?
Sara ferguson?

(lan)

Anonimo ha detto...

Mio papà tutti gli anni mi fa "Ci vediamo fra un anno" invece di "Ci vediamo l'anno prossimo" e io sono anni che gli spiego che non ha senso detto cosi'.
Io per me dico "Büna fin e bun prinsipi"

Aldo

Biiibaaa ha detto...

Io stasera cerco di introdurre una nuova variante che dice "Ci vediamo fra due anni perchè per il 2009 ho fatto voto di non frequentare più i cazzoni" ahahah

Anonimo ha detto...

egregio dott.biiibaaa
se non riesce ad aggiudicarsi l'appalto, le prometto che faremo ricorso.

Sabino