lunedì 14 febbraio 2011

Chuck 130 - Divulgazione scientifica

A Winterthur c'è un grosso museo delle scienze, uno di quei posti fichissimi in cui noi nerd torniamo bambini e voi che non siete nerd imparate cosa si prova a esserlo.

In questo museo, tra le altre cose, ti fanno vedere il famoso filmato della pallacanestro. Quello in cui due squadre, una con le maglie bianche e una con le maglie nere, si passano la palla e tu devi contare quanti passaggi fanno i bianchi. Per i quattro gatti che ancora non l'hanno visto: cliccate qui e guardatelo. Mi raccomando contate quanti passaggi fanno i bianchi).

Alla fine ti chiedono: quanti passaggi? E c'è chi dice 13, chi dice 14, chi dice 20 e giu' a discutere, ho ragione io!, no ho ragione io tu non capisci un cazzo, e cose cosi'. 
E il tipo che fino ad allora è stato zitto a ridere sotto i baffi ti fa "Si, ma e il gorilla?" 

"..."

Perchè c'era un gorilla che passeggiava in mezzo ai giocatori, ma quello nessuno mai lo vede.

Al museo ti fanno vedere il filmato del gorilla e dei giocatori di basket per insegnarti il grosso problema dei gorilla, un problema che li sta portando inesorabilmente all'estinzione: nessuno  li vede.

Da quando in Africa ci sono tutte queste strade che attraversano la giungla, i gorilla muoiono come mosche.

THUD!

Cos'è stato? Abbiamo investito qualcosa?

Ma no, sarà stata una buca. Sai come sono le strade in Africa, un disastro.

Mado se hai ragione: fosse per me la asfalterei tutta, la giungla.

THUD!

Oddio! Un'altra buca?

No, stavolta ho investito uno che giocava a pallacanestro sulla strada.


Perchè la scienza è una figata, ma dev'essere divulgata come si deve.


1 commento:

Davide Giletta ha detto...

Ahah sì questa cosa del gorilla è bellissima