mercoledì 5 gennaio 2011

Chuck 125 - I testicoli del canguro

Sono stato da poco in Australia e ho notato che dall'altra parte del pianeta, anche se la gente non cammina a testa in giu', di sicuro molte cose sono al contrario.

La luna, ad esempio, è capovolta. La costellazione di Orione anche, sottosopra. Il sole poi: a mezzogiorno è a settentrione. Tutto al rovescio.

Ma la cosa che mi ha colpito di piu' sono i testicoli del canguro. I canguri maschi hanno i testicoli DAVANTI al pene. Giuro, l'ho visto con i miei occhi.

Che a pensarci bene, non mi sembra pratico per nulla.
Immaginate di avere i testicoli. Ora, immaginate di averli davanti al pene. Da una configurazione del genere puo' scaturire soltanto dolore.
Non sarebbe necessario un prete per ricordare che il sesso è male. Ci penserebbe la natura stessa, a ogni colpo di reni corrisponderebbe uno schiacciamento di palle.
Rocco Siffredi sarebbe Tafazzi.

Come puo' una configurazione anatomica del genere essere stata selezionata dall'evoluzione?, mi sono chiesto.

Poi un amico mi ha fatto notare che i canguri si spostano saltando, e tutto acquista un senso. Se avesse i testicoli dietro al pene, come tutti noi testicolo-dotati, ad ogni salto gli sbatterebbero dolorosamente contro. 

E nella vita, pure Rocco Siffredi si sposta piu' di quanto non ciula. L'evoluzione, nella sua cieca saggezza, ha scelto per il canguro il male minore.

1 commento:

Davide Giletta ha detto...

Devi sapere che recentemente ho visto col nostro comune amico Lorenzo un telefilm ambientato in Australia. Per la maggior parte le scene si svolgono all'interno di bordelli, ma appena si intravvedeva una spiaggia, o un palazzo, o una piazza, un po' di Australia insomma, entrambi all'unisono dicevamo "Chuck"